Fantacalcio

Fantacalcio

Consigli, informazioni e tutto quello che c'è da sapere per far rendere al meglio la tua squadra.

Il fantacalcio è il gioco per eccellenza. Strategia, adrenalina, rischio e un pizzico di follia lo rendono il passatempo preferito di molti appassionati di calcio alle prese, ogni settimana, con dubbi e certezze prima di ogni giornata di campionato.

Per molti non è solo un gioco, ma una cosa seria. Un passatempo che non fa dormire la notte e che crea dipendenza. Grazie al fantacalcio anche un match di bassa classifica, in Serie A, diventa un grande evento da seguire con l’ansia e il tifo sfrenato che accompagna una finale di Coppa del Mondo.

Chi gioca al fantacalcio una volta cambia per sempre. Non si è più li stessi e chi dice di aver detto basta con questo gioco o di non averci mai giocato, mente. È una persona che preferisce divano, piumone, film strappa lacrime con Richard Gere e una tazza di tè calda con la sua ragazza, il sabato sera. Il fantallenatore è diverso per lui il sabato sera ideale è: birra gelata, frittatone di cipolle e Empoli-Frosinone sul megaschermo full hd, 4k, 3D e… chi più ne ha, più ne metta. Ah volendo anche in compagnia della ragazza. Eh sì perché se vuole stare con voi o impara a tifare Ciccio Caputo oppure… quella è la porta.

Cos’è il fantacalcio

Un gioco per amanti del calcio e amici. Perché sì lo si fa anche per sentirsi - almeno una volta nella propria vita - presidenti e allenatori di Serie A, ma anche per stare in compagni con i propri amici-rivali. Per non perdersi di vista nonostante il tempo, il lavoro e la famiglia ti portino lontano. Per questo motivo non è solo un gioco, ma è un mezzo per non perdersi e stare assieme. Questa visione fatta di caramelle, arcobaleni e unicorni, in verità, vale per i più romantici.

Poi ci sono i Rambo. Quelli che qualunque cosa accada, quando giocano al fantacalcio, non guardano in faccia nessuno. I duri di cuore. Quelli che all’asta pur di prendere un giocatore si giocano anche la cassapanca di abete, intagliata da mastro Geppetto nel 1784 e tramandata a vostra madre da vostra nonna che a sua volta l’aveva ricevuta dalla vostra bisnonna e così via. Quelli che chiamano Perin prima di Szczesny per avere un portiere co-titolare da scambiare con un giocatore da bonus. Loro sono quelli che rendono il fantacalcio il gioco che tutti amano e il motivo per cui il sabato sera si sta a casa per vedere anche la partita più noiosa dell'intera stagione di Serie A.

 

Fantacalcio

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.