Zinedine Zidane

La carriera di Zinedine Zidane, allenatore del Real Madrid: dalle giovanili del Cannes al trasferimento a Madrid, passando per gli anni d'oro alla Juventus.

A distanza di anni dal suo ritiro, si spera ancora che nasca un giocatore uguale a lui. Ma con buona pace delle centinaia di nuovi Zinedine Zidane nati in tutto il mondo, nessuno potrà mai eguagliare l'originale. L'unico e inimitabile Zinedine Zidane nasce a Marsiglia il 23 giugno 1972 da genitori algerini. Dopo aver vestito la maglia del Cannes approda al Bordeaux allenato dal marsigliese Rolland Courbis. Proprio a Courbis si deve la paternità del soprannome 'Zizou'.

L'arrivo in Italia tra le fila della Juventus è datato 1996, cinque anni dopo approderà al Real Madrid per la cifra record di 150 miliardi di lire. Con i Blancos segna uno dei gol più belli mai visti su un prato verde, oltretutto in una finale di Champions League (vinta nel 2002 contro il Bayer Leverkusen). Lascia il calcio giocato nel peggiore dei modi il 9 luglio 2006, sconfitto nella finale del Mondiale contro l'Italia ed espulso per la celebre testata ai danni di Materazzi.

Una macchia che non cancella quanto di straordinario fatto sino a quel momento. In bacheca sfoggia 2 Scudetti, 1 Supercoppa italiana, 1 campionato spagnolo, 2 Supecoppe di Spagna, 2 Coppe Uefa, 2 Coppe Intercontinentali, 2 Supercoppe Uefa e 1 Champions League. Con la Francia ha vinto un Europeo e 1 Mondiale. Tra i riconoscimenti individuali spiccano il Pallone d'Oro del 1998 e i 3 Fifa World Player. In tutta la carriera ha segnato 84 gol in 438 presenze, sfornato 66 assist, rimediato 49 ammonizioni e 10 espulsioni (una per doppio giallo, le altre dirette).

Zinedine Zidane allenatore

Appesi gli scarpini al chiodo, a giugno del 2009 diventa consigliere del presidente del Real Madrid, Florentino Perez. Nel 2011 passa a vestire i panni del direttore sportivo. Nel 2013 si riavvicina al campo, affiancando Carlo Ancelotti nel ruolo di vice allenatore della prima squadra. Un anno dopo prende le redini del Real Madrid Castilla, seconda squadra dei Blancos. Il 4 gennaio 2016 viene promosso nel Real Madrid dei grandi al posto dell'esonerato Rafael Benitez. Da ricordare l'esordio nel Clasico da allenatore, giocato al Camp Nou il 2 aprile 2016: Benzema e Ronaldo rispondono al vantaggio di Piqué rendendo indimenticabile la prima sfida di Zidane contro il Barcellona. Dopo essere entrato nella storia del club delle merengues come giocatore, Zizou si prende il suo posto tra i grandi anche come allenatore, guidando il Real Madrid alla vittoria in Champions League contro i cugini dell'Atletico: vittoria ai calci di rigore, dopo l'1-1 ai tempi supplementari, e Undecima in bacheca. Sotto la guida di Zidane il Real Madrid conquista pochi mesi dopo anche la Supercoppa europea contro il Siviglia e, a dicembre, il Mondiale per club.

News

Tutte le news

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.