Stephan El Shaarawy

Tutte le statisitche e gli aggiornamenti sull'attaccante dello Shangai Shenhua e della Nazionale italiana. Il valore di mercato ad oggi di El Shaarawy è di 26 mln di euro

Stephan El Shaarawy: prima punta, seconda, esterno d’attacco, esterno di centrocampo. Ecco il giocatore offensivo più polivalente del calcio italiano. Classe 1992, nato a Savona da papà egiziano e madre italiana, è cresciuto nelle giovanili del Genoa.

Ne ha fatta di strada il “Faraone”, soprannome subito affibbiatogli viste le sue chiare origini egiziane. L’esordio tra i grandi con il Grifone, poi il prestito al Padova, la grande occasione con il Milan, infine Monaco e Roma.

El Shaarawy ha fatto anche tutta la trafila nelle varie Under italiane, sino all’approdo in Nazionale. Nel 2012 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1991 stilata da Don Balon. E nello stesso anno, il giornale The Guardian, lo ha messo tra i 100 calciatori più forti.

El Shaarawy, il piccolo Faraone diventato grande

Stephan El Shaarawy tira i primi calci ad un pallone nella U.S. Legino 1910, società di Savona, la sua città natale. Poi approda al Genoa: da qui parte l'ascesa al calcio che conta. Il 21 dicembre del 2008, ad appena 16 anni, 1 mese e 24 giorni, ecco l’esordio in Serie A. È il calciatore più giovane ad aver esordito nella massima serie tra le fila del Grifone. Gasperini lo chiama spesso in prima squadra, è lui il primo tecnico a credere nelle potenzialità del ragazzo. Ha tecnica, velocità, dribbling, senso del gol.

L’anno dopo va al Padova in prestito: in Serie B segna il suo primo gol tra i professionisti nel match contro la Reggina. Viene notato dal Milan, che con il Genoa (in compartecipazione) danno vita all’affare: il cartellino di Merkel e un conguaglio di 7 milioni di euro. Esordisce con la maglia rossonera a 18 anni allo stadio San Paolo, contro il Napoli. Il 3 ottobre del 2012, in Champions League, segna il suo primo gol: diventa così il marcatore più giovane della storia del Milan. Chiude la sua stagione con 16 reti in Serie A e 19 totali.

Infortuni e il flop al Monaco. Poi la rinascita

Altre due stagioni in rossonero, ma El Shaarawy non si ripete, troppi infortuni. Il 13 luglio del 2015 passa al Monaco in prestito oneroso a 3 milioni con diritto di riscatto a 13. Gioca 6 mesi, sino a gennaio, poi lo stop burocratico: alla 25esima presenza il club monegasco sarebbe stato obbligato a riscattare il suo cartellino. Così il 26 gennaio del 2016 passa alla Roma in prestito. Il Faraone rinasce prima con Spalletti, poi con Di Francesco. Il suo futuro è giallorosso.

L'esperienza alla Roma

L'esordio in maglia giallorossa è datato 30 gennaio 2016, quando scende in campo nella gara contro il Frosinone segnando anche il primo gol, una rete di tacco, con la maglia della Roma. La prima doppietta arriva meno di un mese dopo, in casa dell'Empoli, nel match finito 3-1 per la squadra giallorossa. 

Durante i primi sei mesi alla Roma colleziona 18 presenze e 8 gol, numeri che convincono la dirigenza a riscattarlo a titolo definitivo. 

Il 20 ottobre 2016 arriva la prima doppietta in Europa, nella gara di Europa League pareggiata 3-3 all'Olimpico contro l'Austria Vienna. Nella seconda stagione colleziona 44 presenze e segna 12 gol in totale in tutte le competizioni. 

Nella stagione successiva realizza la prima doppietta in Champions League nel match della fase a gironi contro il Chelsea, finito 3-0 per la Roma. A fine stagione El Shaarawy avrà collezionato 33 presenze e segnato 7 gol in campionato. 

L'addio alla Roma e il passaggio allo Shangai Shenhua: lo stipendio faraonico

Nell'estate del 2019, un po' a sorpresa, El Shaarawy viene ceduto allo Shangai Shenhua. Alla Roma vengono pagati 16 milioni di euro per il cartellino del giocatore, ma è lo stipendio di El Shaarawy a far paura: l'italo-egiziano ha firmato per tre stagioni col club cinese, e percepisce uno stipendio di circa 40 milioni di euro complessivi. 

Il rapporto con la Nazionale

El Shaarawy viene convocato per la prima volta da Cesare Prandelli il 15 agosto del 2012. Esordio contro l’Inghilterra a 19 anni. Partecipa alla Confederations Cup del 2013 e viene inserito nella lista dei convocati dal ct Antonio Conte per l’Europeo del 2016. In amichevole, contro la Francia a novembre del 2012, segna la sua prima rete azzurra.

 

 

Carta d'identità
Nome Stephan
Cognome El Shaarawy
Data di nascita 27/10/1992
Nato a Savona
Stato Italy
Peso 72
Altezza 178
In campo
Numero di maglia 92
Ruolo Second Striker
Fascia Left/Centre/Right
Piede preferito Right
Nazionale Italy

News

Tutte le news

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.