Stephan El Shaarawy

Tutti gli aggiornamenti sull'attaccante della Roma e della Nazionale italiana

Stephan El Shaarawy: prima punta, seconda, esterno d’attacco, esterno di centrocampo. Ecco il giocatore offensivo più polivalente del calcio italiano. Classe 1992, nato a Savona da papà egiziano e madre italiana, è cresciuto nelle giovanili del Genoa.

Ne ha fatta di strada il “Faraone”, soprannome subito affibbiatogli viste le sue chiare origini egiziane. L’esordio tra i grandi con il Grifone, poi il prestito al Padova, la grande occasione con il Milan, infine Monaco e Roma.

El Shaarawy ha fatto anche tutta la trafila nelle varie Under italiane, sino all’approdo in Nazionale. Nel 2012 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1991 stilata da Don Balon. E nello stesso anno, il giornale The Guardian, lo ha messo tra i 100 calciatori più forti.

El Shaarawy, il piccolo Faraone diventato grande

Stephan El Shaarawy tira i primi calci ad un pallone nella U.S. Legino 1910, società di Savona, la sua città natale. Poi approda al Genoa: da qui parte l'ascesa al calcio che conta. Il 21 dicembre del 2008, ad appena 16 anni, 1 mese e 24 giorni, ecco l’esordio in Serie A. È il calciatore più giovane ad aver esordito nella massima serie tra le fila del Grifone. Gasperini lo chiama spesso in prima squadra, è lui il primo tecnico a credere nelle potenzialità del ragazzo. Ha tecnica, velocità, dribbling, senso del gol.

L’anno dopo va al Padova in prestito: in Serie B segna il suo primo gol tra i professionisti nel match contro la Reggina. Viene notato dal Milan, che con il Genoa (in compartecipazione) danno vita all’affare: il cartellino di Merkel e un conguaglio di 7 milioni di euro. Esordisce con la maglia rossonera a 18 anni allo stadio San Paolo, contro il Napoli. Il 3 ottobre del 2012, in Champions League, segna il suo primo gol: diventa così il marcatore più giovane della storia del Milan. Chiude la sua stagione con 16 reti in Serie A e 19 totali.

Infortuni e il flop al Monaco. Poi la rinascita

Altre due stagioni in rossonero, ma El Shaarawy non si ripete, troppi infortuni. Il 13 luglio del 2015 passa al Monaco in prestito oneroso a 3 milioni con diritto di riscatto a 13. Gioca 6 mesi, sino a gennaio, poi lo stop burocratico: alla 25esima presenza il club monegasco sarebbe stato obbligato a riscattare il suo cartellino. Così il 26 gennaio del 2016 passa alla Roma in prestito. Il Faraone rinasce prima con Spalletti, poi con Di Francesco. Il suo futuro è giallorosso.

Il rapporto con la Nazionale

El Shaarawy viene convocato per la prima volta da Cesare Prandelli il 15 agosto del 2012. Esordio contro l’Inghilterra a 19 anni. Partecipa alla Confederations Cup del 2013 e viene inserito nella lista dei convocati dal ct Antonio Conte per l’Europeo del 2016. In amichevole, contro la Francia a novembre del 2012, segna la sua prima rete azzurra.

 

 

Carta d'identità
Nome Stephan
Cognome El Shaarawy
Data di nascita 27/10/1992
Nato a Savona
Stato Italy
Peso 72
Altezza 178
In campo
Numero di maglia 92
Ruolo Second Striker
Fascia Left/Centre/Right
Piede preferito Right
Nazionale Italy

News

Tutte le news

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.