Paris Saint-Germain

Il club della Capitale, il più titolato di Francia.

Molte persone oggi tendono a chiamare semplicemente “Paris”, la squadra del Paris Saint-Germain. Eppure il nome è ben chiaro da tempo, tanto da far diventare l’acronimo Psg un vero e proprio tratto distintivo del club. Saint-Germain è la città di 40mila abitanti situata nelle Yvelines, circa 20 chilometri a ovest di Parigi, quella dove nel 1904 viene fondato lo Stade Saint-Germain, dal quale il 12 agosto 1970, grazie alla fusione con il Paris FC (una società senza giocatori e infrastrutture fondato nel 1969), nasce poi il Paris Saint-Germain che conosciamo oggi, che viene iscritto in prima divisione. 

La società è però in grave crisi finanziaria e la volontà del Conseil de Paris di ribattezzarla in Paris FC porta a una nuova scissione, generando così due club di Parigi: quello voluto dal consiglio comunale in prima divisione, il Psg costretto a ripartire dalla terza serie (una categoria non professionistica). 

Sono sufficienti due anni (e altrettante promozioni) al PSG per tornare nella massima serie e non lasciarla mai più fino a oggi. Il presidente dell’epoca, lo stilista Daniel Hechter, è il primo a dare un blasone al Psg, trasferendolo a giocare al Parco dei Principi (il primo stadio è stato invece lo Stade Georges Lefèvre), inserendo anche nel logo elementi storici, come la Tour Eiffel, chiaro simbolo della Capitale, più la culla e il giglio, che invece riportavano alla tradizione di Saint-Germain. Uno stemma rimasto inalterato fino al 2013, tre anni dopo l’avvento della nuova proprietà qatariota con Nasser Al-Khelaïfi al comando. Al fine di dare una visione più capitolina del club, infatti, hanno ridimensionato la scritta “Saint-Germain”, aumentando invece quella “Paris”, facendo sparire la data di nascita e la culla. 

La maglia del PSG

Per quanto riguarda il colore della maglia, invece, inizialmente questa era completamente rossa, con pantaloncini bianchi e calzettoni blu. Poi, sempre grazie a un’intuizione di Daniel Hechter, è stata proposta per la prima volta la maglia blu con banda rossa centrale e delle linee bianche sottili: questa è la divisa che storicamente rappresenta il Psg, quella a cui i tifosi sono più affezionati e che con cadenza regolare viene riproposta dai vari sponsor tecnici. 

Il palmarés del Paris Saint-Germain

Nonostante il Paris Saint-Germain sia il più importante club della capitale francese e nel corso degli anni abbia avuto nelle sue fila campioni come George Weah, Jay-Jay Okocha, Youri Djorkaeff, Ronaldinho, Pedro Miguel Pauleta, Jean Claude Makelele e molti altri, i trofei di spessore raccolti fino all’arrivo della proprietà del Qatar sono stati in realtà molto pochi. 

Appena due campionati, a cui si aggiungono 8 coppe di Francia, 3 coppe di Lega, due Supercoppe francesi e una Coppa delle Coppe. Con Nasser l’avvento di Al-Khelaifi (e soprattutto dei suoi investimenti, che hanno fatto sfilare per Parigi gente come Thiago Silva, Pastore, Ibrahimovic, Verratti e così via) sono poi arrivati 4 campionati consecutivi, altre 3 coppe di Francia, 4 coppe di lega e supercoppe francesi. Il cruccio del nuovo presidente, però, resta quel trofeo in Europa ancora mai arrivato, a eccezione di quella sola e impolverata Coppa delle Coppe del 1996.

News

Tutte le news

Classifica

Classifica French Ligue 1 In casa Fuori casa
Pos Club PG V N P V N P DR PTI
1 Paris Saint-Germain Paris Saint-Germain 38 17 1 1 12 5 1 79 93
2 Monaco Monaco 38 15 3 1 9 5 1 40 80
3 Lyon Lyon 38 12 5 2 11 4 2 44 78
4 Marseille Marseille 38 12 5 2 10 6 2 33 77
5 Rennes Rennes 38 8 4 7 8 6 7 6 58
6 Bordeaux Bordeaux 38 9 4 6 7 3 6 5 55
7 St Etienne St Etienne 38 8 7 4 7 3 4 -3 55
8 Nice Nice 38 10 3 6 5 6 6 1 54
9 Nantes Nantes 38 8 4 7 6 6 7 -5 52

Rosa

Portieri

Difensori

Centrocampisti

Attaccanti

Staff

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.