Marek Hamsik

Il centrocampista e capitano del Napoli: da 10 anni gioca all'ombra del Vesuvio

Non è nato all’ombra del Vesuvio e non è neanche argentino. Nel cuore di Napoli e dei napoletani, però, Marek Hamsik ha piantato le radici. In pochi ci avrebbero scommesso, in quell’estate del 2007 in cui indossò per la prima volta la maglia azzurra. Poco a poco, il giovane slovacco di belle speranze - nato il 27 luglio 1987 a Banská Bystrica - è diventato per tutti Marekiaro. Come l’incantevole borgo del quartiere di Posillipo, a testimonianza che il centrocampista con la cresta è ormai parte integrante della città partenopea.

Che si parli di Napoli o di Nazionale slovacca, per Marek Hamsik non fa differenza: la fascia di capitano è affare suo. Merito di quel mix di classe e solidità, che ne fa uno dei centrocampisti più completi della Serie A e d’Europa: mezzala per vocazione, ha ricoperto in carriera anche i ruoli di trequartista puro e di esterno.

Nella bacheca personale di Hamsik, fanno bella mostra due Coppe Italia, conquistate entrambe con il Napoli nel 2012 e nel 2014, e una Supercoppa Italiana (sempre nel 2014). A livello individuale, vanta invece il titolo di migliore giovane calciatore 2008 dell'Associazione Italiana Calciatori e la presenza, nel 2011 e nel 2016, nella squadra dell’anno sempre dell’AIC. Nel 2009 e nel 2010 è stato nominato per le prime due volte calciatore slovacco dell’anno, riconoscimento poi ottenuto ininterrottamente a partire dal 2013.

I primi passi di Marek Hamsik 

La grande corsa del capitano azzurro inizia nel 1991, nella scuola calcio dello Jupie Podlavice: Marek ha appena quattro anni. Ne impiega altri sette per mettere a segno un record ancora imbattuto in patria: nel 1998, a 11 anni, segna 16 gol in una singola partita. Chiuderà la stagione con 111 reti in appena 38 partite: che fosse un centrocampista con il vizio del gol, era evidente fin dall’inizio. Il salto nel primo, grande club arriva nel 2002, quando la famiglia paga di tasca propria le spese per il trasferimento allo Slovan Bratislava. Il 24 luglio 2004 è invece il suo esordio in prima squadra: bastano altre due settimane per festeggiare la prima rete tra i professionisti.

Le qualità di Marek iniziano a oltrepassare i confini della Slovacchia. Ed è proprio l’Italia la terra promessa del talento 17enne: il Brescia di Gino Corioni fiuta il colpo, bastano 60.000 euro per portarlo al Rigamonti. Il debutto assoluto in Serie A è datato 20 marzo 2005, contro il Chievo. Hamsik rimarrà quindi altre due stagioni con la maglia delle Rondinelle, entrambe in Serie B. Ma è in Coppa Italia che sigla il suo primo gol in Italia: ci riesce contro il Milan, negli ottavi dell’11 gennaio 2006. La sua esperienza al Brescia si chiuderà con 74 presenze e 12 reti.

L’arrivo a Napoli

Marek Hamsik è ormai pronto per giocarsi le sue carte in Serie A. Servono 5 milioni e mezzo per convincere Corioni a lasciarlo partire. Cifra versata dal Napoli di Aurelio De Laurentiis: Hamsik è il nuovo numero 17 dei partenopei. L’epopea azzurra comincia sotto l’ala di Edy Reja: il 15 agosto 2007 bagna il suo esordio con un gol in Coppa Italia al Cesena. Un mese dopo, il 16 settembre, sarà la volta del primo centro nella massima serie: a farne le spese è la Sampdoria. Non ha neanche 21 anni, quando conclude il suo primo campionato al San Paolo con 9 gol: è il capocannoniere della squadra. Stesso bottino portato a casa l’anno successivo, quando in panchina siede Roberto Donadoni. Ma è con Walter Mazzarri, nel campionato 2009-10, che arriva a segnare 12 gol: per il terzo anno consecutivo è lui il massimo goleador del Napoli. Il 13 marzo 2010, contro la Fiorentina, indossa anche la fascia di capitano per la prima volta.

Carta d'identità
Nome Marek
Cognome Hamsik
Data di nascita 27/07/1987
Nato a Banska Bystrica
Stato Slovakia
Peso 79
Altezza 183
In campo
Numero di maglia 17
Ruolo Central Midfielder
Fascia Left/Centre
Piede preferito -
Nazionale Slovakia

News

Tutte le news

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.