Bournemouth

Storia, notizie e risultati del Bournemouth, l’ultimo club inglese in cui ha giocato George Best.

Il piccolo club del Dorset nasce nell’autunno del 1899, sulle ceneri del Lads Boscombe San Giovanni FC, con il nome di Boscombe Athletic Football Club. Inizialmente gioca le sue partite nel Kings Park, poi nel 1910 il generoso proprietario terriero J.E. Cooper-Dean concede in affitto quella zona dove sorge lo stadio “Dean Court”, ancora adesso la casa del Bounemouth, anche se più volte rinominata per fini commerciali: attualmente è Vitality Stadium, che conta poco meno di 11mila posti a sedere.

Accanto a questo terreno sorgono molti alberi di ciliegi, da cui deriva il soprannome “The Cherries” che contraddistingue il club. Un’altra ricostruzione fa risalire il nomignolo al 1970/71, stagione in cui vengono indossate per la prima volta le maglie a strisce verticali rossonere, in onore di una una delle squadre più blasonate del tempo: il Milan. Prima di quel momento il completo è composto da maglia rossa, pantaloncini e calzettoni bianchi. Nel 1923, per diventare più rappresentativa del posto, la società si trasforma in Bournemouth e Boscombe Athletic Football Club, ancora oggi il nome più lungo di una squadra inglese ufficialmente registrato, sebbene per fini commerciali dal 1972 sia conosciuto a tutti come A.F.C. Bournemouth. Lo stemma attuale (molto simile a quello dell’Atalanta) rappresenta un’elaborazione grafica della silhouette dell’ex calciatore Dicki Dowsett, che tra il 1957 e il 1962 segnò 79 gol in 169 presenze con le Cherries.

Dopo una storia trascorsa per la maggior parte tra terza e quarta divisione, il Bournemouth è riuscito a debuttare in Premier League dopo 116 anni di vita, nella stagione 2015/2016. Prima di quella data, l’acuto più alto è del 1984 con la vittoria per 2-0 contro il Manchester United nel terzo turno eliminatorio dell’FA Cup, con Harry Redknapp in panchina.

Nel 2008/09 il Bournemouth è a un passo dalla scomparsa per dei seri problemi finanziari che lo fanno partire con 17 punti di penalizzazione in League Two. A gennaio la squadra è penultima in classifica, con la consapevolezza che un’eventuale retrocessione avrebbe comportato il fallimento. In quel momento subentra in panchina l’ex calciatore Eddie Howe, che inanella un filotto di 10 partite vinte consecutive. Poi si gioca tutto in casa contro il Grismby Town: finisce 2-1 in rimonta, gol del capitano Steve Fletcher a dieci minuti dal triplice fischio, con tanto di invasione campo dei tifosi rossoneri. Una cavalcata, quella di quel finale di stagione, rimasta nella storia del club, che i tifosi definiscono “The great escape”. L’anno successivo, sempre con Eddie Howe alla guida, arriva la promozione in League One. Al termine del campionato il manager passa al Burnley, per poi tornare nel 2012 e trascinare le Cherries prima in Championship e successivamente in Premier League.

Il Bournemouth vanta anche di essere l’ultimo club inglese in cui ha giocato George Best prima del suo ritiro. Per la leggenda nord-irlandese, appena 5 partite nella stagione 1982/83 con la squadra rossonera impegnata nel campionato di Terza Divisione.

Partite e risultati

News

Tutte le news

Classifica

Classifica Premier League In casa Fuori casa
Pos Club PG V N P V N P DR PTI
1 Chelsea Chelsea 5 3 0 0 2 0 0 10 15
2 Liverpool Liverpool 5 2 0 0 3 0 0 9 15
3 Manchester City Manchester City 5 3 0 0 1 1 0 11 13
4 Watford Watford 5 3 0 1 1 0 1 5 12
5 Bournemouth Bournemouth 5 2 1 0 1 0 0 3 10
6 Tottenham Hotspur Tottenham Hotspur 5 1 0 1 2 0 1 4 9
7 Arsenal Arsenal 5 1 0 1 2 0 1 1 9
8 Manchester United Manchester United 5 1 0 1 2 0 1 0 9
9 Wolverhampton Wanderers Wolverhampton Wanderers 5 1 2 0 1 0 0 0 8

Rosa

Portieri

Difensori

Centrocampisti

Attaccanti

Staff

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.