Borussia Mönchengladbach

Storia, notizie e risultati del Borussia Mönchengladbach, una delle squadre più importanti della Germania.

Così come per molte realtà tedesche, i neroverdi hanno dovuto aspettare quasi mezzo secolo per emergere dall'anonimato. Fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, infatti, il campionato era frammentato tra varie realtà locali: principalmente si giocavano tornei a livello regionale. Ed è in questo tipo di competizioni che il Borussia Mönchengladbach si è fatto strada, diventando una delle squadre più importanti del Paese. Dopo aver vissuto gli anni '50 in altalena, il club conosce la sua prima affermazione a livello nazionale conquistando la sua prima Coppa di Germania nel 1960 battendo in finale il Karlsruhe. Dopo due campionati in prima divisione, il 'Gladbach dimostra di poter competere con le migliori squadre, conquistando due terzi posti consecutivi. Ma sono gli anni '70 quelli della svolta: il tecnico Hennes Weisweiler punta tutto su un gruppo di ragazzi giovani. Il suo gioco è votato all'attacco, la velocità e l'entusiasmo sono le armi in più di un gruppo che rimarrà nella storia. L'indole travolgente gli vale l'appellativo di Fohlen (puledri). Nella stagione '69-'70 il Borussia vince il suo primo titolo, replicando il trionfo anche l'anno successivo. Tra i protagonisti di questi successi c'è il capitano e bandiera della squadra: Berti Vogts.

Non fu altrettanto positivo il cammino nelle coppe europee: nelle prime due edizioni della Coppa dei Campioni, il Borussia non riuscì ad andare oltre gli ottavi di finale. Celebre l'eliminazione da parte dell'Inter nella stagione 1971/1972, in cui i tedeschi vinsero per 7-1, ma la partita si rigiocò a causa di una lattina lanciata da un tifoso e che colpì in testa Roberto Boninsegna. L'anno successivo il 'Gladbach raggiunse la sua prima finale di una competizione europea ma si dovette arrendere davanti allo strapotere del Liverpool di Keegan che alzò al cielo la Coppa Uefa. Lo stesso anno però i ragazzi di Weisweiler conquistarono la terza Coppa di Germania nel derby contro il Colonia: decisivo il gol nei tempi supplementari di Netzer, idolo dei tifosi neroverdi, alla sua ultima partita con il club. Ma la storia del Borussia è fatta anche da straordinarie individualità, vedi Jupp Heynckes. Che nel 1974 divenne il primo calciatore a laurearsi capocannoniere con la maglietta dei Fohlen. Obiettivo che raggiunse anche l'anno successivo, regalando alla sua squadra il terzo titolo di campioni di Germania. Nella stessa stagione il Borussia vinse anche il suo primo trofeo a livello continentale, battendo in finale di Coppa Uefa il Twente. Weisweiler lasciò la panchina nelle mani di Lattek, che trionfò in Bundesliga anche nelle due successive stagioni. Il punto più alto della storia del club è rappresentato dalla finale di Coppa dei Campioni nella stagione '76-'77, ma come avvenne quattro anni prima in Coppa Uefa, il Borussia Mönchengladbach capitolò di fronte al Liverpool.

Per sollevare al cielo un altro trofeo europeo devono passare altri due anni. Seconda Coppa Uefa, stavolta vinta grazie a un rigore segnato da Allan Simonsen (vincitore del Pallone d'Oro nel 1977) contro la Stella Rossa. Gli anni '80 passarono veloci e senza alcun trofeo. L'unica curiosità degna di nota è il rapporto tra l'astro nascente Lothar Matthaus e i tifosi neroverdi. Ma gli applausi si tramutarono in fischi quando il calciatore decise di passare al Bayern Monaco. Nella stagione '83-'84 il Borussia arrivò primo in classifica a pari merito con Amburgo e Stoccarda, ma con una differenza reti peggiore. Gli anni '90 potrebbero essere quelli della rinascita, ma la sconfitta ai calci di rigore in finale di Coppa di Germania contro l'Hannover (che al tempo militava in Serie B) non fa presagire niente di buono.

Una nuova occasione capita nel 1995, con un'altra finale della coppa nazionale: stavolta gli uomini di Krauss non mancano l'obiettivo e battono il Wolfsburg per 3-0. Il club non ha la forza e il prestigio per tenersi stretto i calciatori migliori e nel giro di quattro anni si ritrova a dover lottare per non retrocedere. Alla fine del campionato 1998/1999 il Borussia chiude la stagione all'ultimo posto e, dopo 34 anni consecutivi in Bundesliga, si ritrova costretta a scendere in Zweite Liga. Dal 2000 ad oggi il Borussia non ha mai più ritrovato la brillantezza degli anni passati, viaggiando costantemente a cavallo tra la prima e la seconda divisione: tanti i fallimenti, anche di allenatori importanti quali Dick Advocaat e lo stesso Juup Heynckes. Negli ultimi anni la società ha fatto fatica a trovare talenti che potessero stravolgere le sorti del club: unico episodio isolato quello di Marco Reus, venduto subito al Borussia Dortmund dopo una stagione di alto livello. Il terzo posto conquistato nel 2014/2015 rimane il miglior risultato in campionato degli ultimi 20 anni e segna il ritorno in Champions League dei neroverdi.

Partite e risultati

News

Tutte le news

Classifica

Classifica Bundesliga In casa Fuori casa
Pos Club PG V N P V N P DR PTI
1 Borussia Dortmund Borussia Dortmund 11 5 1 0 3 2 0 21 27
2 Borussia Mönchengladbach Borussia Mönchengladbach 11 5 0 0 2 2 0 13 23
3 RB Leipzig RB Leipzig 11 4 2 0 2 2 0 13 22
4 Eintracht Francoforte Eintracht Francoforte 11 3 1 1 3 1 1 13 20
5 Bayern Monaco Bayern Monaco 11 2 2 1 4 0 1 6 20
6 Hoffenheim Hoffenheim 11 3 1 2 3 0 2 9 19
7 Werder Brema Werder Brema 11 2 2 2 3 0 2 0 17
8 Hertha BSC Hertha BSC 11 3 1 1 1 3 1 -1 16
9 Mainz 05 Mainz 05 11 3 2 1 1 1 1 -2 15

Rosa

Portieri

Difensori

Centrocampisti

Attaccanti

Staff

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.