Antonio Conte

La carriera, le statistiche e i risultati di Antonio Conte, allenatore dell'Inter.

Il giocatore-allenatore per eccellenza. Antonio Conte non aveva altra scelta dopo il ritiro al calcio giocato, c'era già una panchina ad attenderlo. In campo era un leader, un combattente, è rimasto tale e quale in giacca e cravatta. Nato a Lecce il 31 luglio 1969, proprio nel settore giovanile giallorosso si forma calcisticamente. In Puglia rimane fino al 1991 prima di vestire la maglia della Juventus, la seconda e ultima della sua carriera. In bianconero colleziona 371 presenze arricchite da 39 gol e 2 assist. Nel suo palmarès di giocatore ci sono 13 trofei, tutti vinti con la Vecchia Signora: 5 Scudetti, 1 Coppa Italia, 4 Supercoppe italiane, 1 Champions League, 1 Supercoppa Uefa e 1 Coppa Intercontinentale.

La carriera di Conte da allenatore: dal Siena all'Inter passando per Juve e Chelsea

Nel 2005 ha inizio la sua vita da allenatore come vice di De Canio al Siena. Archiviata la parentesi all'Arezzo, il 28 dicembre 2007 sposa il progetto Bari. L'avventura alla guida dei Galletti culmina con la promozione in Serie A raggiunta matematicamente l'8 maggio 2009. Successivamente si siede sulla panchina dell'Atalanta senza lasciare il segno. Meglio va col Siena, con il quale ottiene la promozione in A nella stagione 2010/2011. Il 31 maggio 2011 le strade di Antonio Conte e della Juventus si incontrano nuovamente, il coach pugliese è il nuovo allenatore dei bianconeri. Nel giugno del 2012 viene coinvolto nello scandalo del Calcioscommesse e due mesi dopo riceve una condanna a 10 mesi (poi ridotti a 4) di squalifica dalla Commissione Disciplinare della Federcalcio.

Durante questo periodo viene sostituito sulla panchina della Juventus da Massimo Carrera prima e Angelo Alessio poi. Il ritorno in panchina è datato 9 dicembre 2012, giorno in cui la Juventus passa di misura a Palermo grazie a un gol di Lichtsteiner. Dal 2011 al 2014 vince 3 Scudetti e 2 Supercoppe italiane. Dimessosi dal ruolo di tecnico della Juventus, il 19 agosto 2014 diventa ct dell'Italia con il compito di portare gli Azzurri agli Europei del 2016, dove arriva fino ai quarti di finale (sconfitto dalla Germania ai calci di rigore). Ma ancor prima di disputarlo annuncia il suo passaggio al Chelsea a partire dalla stagione 2016/2017. Con i Blues vince la Premier League al primo anno e la FA Cup al secondo, prima di dire addio e restare fermo per una stagione. Il 31 maggio 2019 firma un contratto con l'Inter fino al 2022 a 12 milioni di euro a stagione. Tra i riconoscimenti individuali vanta 3 Panchine d'Oro e 1 d'Argento.

Lo stipendio di Conte con l'Inter

Il contratto di Conte con l'Inter è un triennale, questo significa che il tecnico sarà legato ai nerazzurri fino al 30 giugno 2022. Lo stipendio di Conte con l'Inter è pari a 10 milioni di euro netti a cui si aggiungono 2 milioni di bonus. Durante la seconda e terza stagione lo stipendio del tecnico salirà a quota 12 milioni di euro netti più bonus.

News

Tutte le news

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.