Ajax

Nonostante stia vivendo un periodo di decadenza, il club di Amsterdam rimane uno dei più vincenti d'Europa e soprattutto uno dei più influenti della storia del gioco.

Con 10 titoli internazionali, tra cui 4 Coppe dei Campioni/Champions League, e ben 59 titoli olandesi in bacheca, l'Amsterdamsche Football Club Ajax, o più semplicemente Ajax, è uno dei club appartenenti alla ristretta cerchia della nobiltà europea. Ha sede ad Amsterdam, città più importante dei Paesi Bassi, i suoi colori sociali sono il bianco e il rosso e nel suo stemma è rappresentato l'eroe omerico Aiace Telamonio, da cui deriva anche il nome della società. Disputa i match casalinghi all'Amsterdam ArenA, impianto da 52mila posti inaugurato nel 1996.

Fondato nel 1900, l'Ajax, così come il calcio olandese in generale, resterà per decenni ai margini delle grandi contese internazionali. La svolta si ebbe nel 1965, all'indomani di una sconfitta per 9-4 contro il Feyenoord, la peggiore della sua storia: la dirigenza dei Lancieri decise di sostituire l'inglese Vic Buckingham con Rinus Michels, ex centravanti del club che da lì a breve sarebbe passato alla storia come il padre del calcio totale. La nuova filosofia dà subito i suoi frutti: da squadra in lotta per la salvezza nel '65, quattro anni più tardi l'Ajax contenderà al Milan il titolo di campione d'Europa nella finale di Madrid (poi vinta dai rossoneri).

Era solo l'inizio: grazie a campioni come Johan Cruijff, Johan Neeskens, Ruud Krol, Johnny Rep e tanti altri, l'Ajax si impose rapidamente come la squadra più travolgente d'Europa, vincendo tre Coppe dei Campioni consecutive tra il 1971 e il 1973, e andando a costituire l'ossatura della nazionale olandese che, pur senza vincere, strabiliò il mondo con il suo calcio avveniristico. L'opera di Michels e Cruijff, peraltro, influenzò massicciamente l'evoluzione di due club come il Milan e il Barcellona, che anni dopo riscoprirono e reinterpretarono la grande lezione del calcio totale. L'età dell'oro aiacide ebbe due brevi revival.

Il primo negli anni Ottanta, con Cruijff in panchina e il giovanissimo Marco Van Basten in campo, che portò la vittoria nella Coppa delle Coppe del 1987; il secondo a metà degli anni Novanta, con la nidiata di ragazzini terribili guidata da Louis Van Gaal che, dopo aver vinto la Coppa UEFA del 1992, riportò i Lancieri sul tetto d'Europa, sconfiggendo il Milan nella drammatica finale di Vienna del 1995. Ma la sentenza Bosman, giunta proprio quell'estate, colpì il cuore del club, ovvero il suo vivaio: giovani fuoriclasse come Davids, Seedorf, Kluivert e tanti altri fuggirono da Amsterdam a parametro zero, aprendo un lungo periodo di crisi dal quale l'Ajax non si è più ripreso del tutto. Ma il mito continua.

Partite e risultati

News

Tutte le news

Classifica

Classifica Eredivisie In casa Fuori casa
Pos Club PG V N P V N P DR PTI
1 PSV Eindhoven PSV Eindhoven 12 6 0 0 6 0 0 38 36
2 Ajax Ajax 12 5 1 0 5 0 0 32 31
3 Feyenoord Feyenoord 11 5 0 0 2 2 0 9 23
4 Heracles Almelo Heracles Almelo 12 5 0 1 1 2 1 1 20
5 VVV-Venlo VVV-Venlo 11 3 1 1 2 2 1 2 18
6 AZ AZ 12 2 3 1 3 0 1 4 18
7 Vitesse Vitesse 12 4 1 1 1 2 1 4 18
8 FC Utrecht FC Utrecht 12 4 1 1 1 2 1 1 18
9 sc Heerenveen sc Heerenveen 12 0 3 3 3 2 3 -3 14

Rosa

Portieri

Difensori

Centrocampisti

Attaccanti

Staff

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.