Tokyo 2020 nel 2021: un membro storico del CIO annuncia il rinvio

Dick Pound, tra le altre cose anche ex vice-presidente del CIO, assicura che, alla fine, le Olimpiadi verranno rinviate all'anno prossimo.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dick Pound, membro più anziano tra i presenti attualmente nel CIO, assicura che alla fine dei conti le Olimpiadi di Tokyo 2020 verranno rinviate. A dispetto delle previsioni alquanto ottimistiche sia del Giappone che dello stesso Comitato Olimpico, dunque, la manifestazione si prepara a subire un posticipo di 365 giorni - circa - come già accaduto nel caso degli Europei di calcio itineranti che si sarebbero, in linea teorica, dovuti svolgere agli inizi dell'estate. Una notizia che, al netto di tutto, era comunque nell'aria data la diffusione su scala globale del COVID-19, dichiarato pandemia dall'organizzazione mondiale della sanità un paio di settimane fa.

Pound, che è stato tra le altre cose un 4 volte medagliato - un oro, due argenti e un bronzo - ai Giochi del Commonwealth di Perth del '62, ha analizzato ai microfoni di USA Today la situazione legata alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Dure, le parole del 78enne, che ha di fatto ufficialmente annunciato il rinvio della manifestazione all'anno prossimo.

Sulla base delle informazioni fornite dal CIO, il rinvio è stato deciso. I parametri futuri non sono stati ancora decisi, ma quel che so è che i giochi non cominceranno il 24 luglio.

Soffermandosi un po' di più sui dettagli, Pound non si è comunque voluto sbilanciare troppo su tempistiche di annunci ed altro, affermando che il CIO darà maggiori informazioni al riguardo nell'arco delle prossime quattro settimane. 

Arriverà in più fasi, le rimanderemo e cominceremo ad occuparci di tutte le ramificazioni dello spostamento, che sono praticamente immense.

Tokyo 2020: COVID-19
Tokyo 2020 verso il rinvio: alla fine il CIO ha dovuto irrimediabilmente cedere di fronte al coronavirus.

Tokyo 2020 e il rinvio, il portavoce del CIO resta vago al riguardo

Intanto però, sempre stando a quanto riportato da USA Today, il portavoce del Comitato Olimpico Mark Adams si è comunque tenuto decisamente più cauto di Dick Pound, affermando come sia comunque legittimo da parte di ogni membro del CIO interpretare le decisioni annunciate domenica scorsa.

È diritto di ogni membro del CIO interpretare la decisione del consiglio esecutivo annunciata domenica. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.