Ancelotti chiama a un tifoso dell'Everton: "Ciao, sono Carlo"

Il tecnico italiano chiama un tifoso dei Toffees affetto da una malattia neuromotoria.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il manager dell'Everton, Carlo Ancelotti, ha partecipato ad iniziative benefiche organizzate dalla sua società in questo momento di difficoltà. L'allenatore ha chiamato al telefono Mark Cruise, un sostenitore di 52 anni, affetto da una malattie neuromotoria. "Ciao Mark? Come va? Sono Carlo", ha detto il tecnico dei Toffees, come testimoniato da un video pubblicato sull'account Twitter dell'Everton.

"Chi? Proprio quello?" ha risposto l'incredulo interlocutore. "Sono l'allenatore dell'Everton. Mi dicono che sei un nostro tifoso", ha ripetuto Ancelotti, ricevendo alcuni consigli sulle serie migliori da guardare in tv.

I due hanno poi parlato di alcune partite importanti nella storia dell'Everton, come la finale della Coppa delle Coppe vinta nel 1985 contro il Rapid Vienna. "Ero a Rotterdam (dove si giocava, ndr), ma ad essere sincero, ero così ubriaco che non ricordo molto", ha ammesso Cruise. "Non ero nemmeno nato nel 1985!" ha scherzato Ancelotti. "No, ero a Roma a quell'epoca". 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.