Napoli, rivoluzione in difesa: il post Koulibaly arriva dalla Germania

Giuntoli valuta alcuni inserimenti per il pacchetto arretrato: Faraoni e Tsimikas idee per le fasce. E spunta la candidatura di Koch, centrale del Friburgo.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

In questi giorni di pausa e riflessione, tengono banco alcune questioni di mercato molto importanti. Il Napoli ha deciso di accellerare per programmare quella che sarà la prossima stagione, un’annata che giocoforza dovrà servire per rilanciare le ambizioni di una squadra passata tramite una gestione fallimentare, quella di Ancelotti, a quella di Gattuso, che pezzo dopo pezzo sta provando a rimettere insieme il magnifico puzzle quasi completato da Sarri. Competere con le grandi sarà complicato, visto che anche la società sembra aver un po’ ridimensionato le ambizioni, ma di certo quella che aspetta i tifosi partenopei sarà un’estate molto calda, areata dalla corrente provocata da porte girevoli che porteranno la rosa azzurra a essere massicciamente restaurata.

Nei giorni scorsi si è parlato di come cambierà l’attacco, ma Giuntoli – impegnato 24 ore su 24 a programmare e studiare strategie – sa che dovrà mettere mano anche al reparto difensivo. I motivi sono facilmente intuibili. Il primo è legato alla permanenza di Kalidou Koulibaly, per il quale le offerte non mancano: De Laurentiis, che da almeno un anno ha ingaggiato un braccio di ferro estenuante con le big d’Europa, potrebbe finalmente mollare la presa, incassare dei bei soldi e rinfrescare le casse del club. Parallelamente, andranno fatte delle riflessioni su Hisaj e Ghoulam, entrambi inaffidabili dal punto di vista fisico.

Un terzino destro, uno sinistro e un centrale di gerarchia: dovrebbero essere questi i profili che Giuntoli andrà a ricercare sul mercato una volta stabilito il destino dei tre di cui sopra. Il direttore sportivo del Napoli sarà chiamato a scegliere in maniera attenta, senza farsi forzare dal nome, ma individuando gente dalle caratteristiche funzionali, seguendo un po’ la strada tracciata dagli arrivi di gennaio. Demme, Lobotka e Petagna, che firmerà a luglio, rappresentano i primi tasselli per un Napoli che, a settembre, sarà quasi totalmente rinnovato. Non resta quindi che capire quali sono i potenziali rinforzi “azzurrabili”.

Calciomercato Napoli Koch Faraoni Tsimikas
Davide Faraoni, laterale destro del Verona: l'ex Udinese, già 3 gol in stagione, è uno degli obiettivi di mercato del Napoli

Calciomercato, il Napoli si muove in difesa: Koch è il post Koulibaly

Partiamo dal centrale difensivo: come detto, qualora arrivasse un’offerta monstre, Koulibaly andrà via. Nella lista dei papabili sostituti c’è una new entry: si tratta di Robin Koch, tedesco 23enne del Friburgo, uno dei migliori difensori dell’attuale Bundesliga, fisico da corazziere e contratto in scadenza nel 2021. Il Napoli avrebbe già avanzato i primi sondaggi e accantonato poco più di 10 milioni di euro per provare a strapparlo al club teutonico. I dirigenti del Friburgo partono da una richiesta di 15 milioni di euro, ma i margini di trattativa paiono esserci tutti. Koch, che in stagione ha già messo insieme 26 presenze e 2 gol, parrebbe un profilo adatto per associarsi con Manolas.

Per la fascia destra, invece, si proveranno a sfruttare i buoni rapporti con il Verona – club col quale si è parlato di Rrahmani, poi acquistato, Amrabat e Kumbulla in differenti situazioni – per mettere le mani su Davide Faraoni, eclettico laterale che può fare da vice a Di Lorenzo, ma anche disimpegnarsi in zona più avanzata. Quest’anno si è rivelato una delle pedine fondamentali per gli equilibri dell’Hellas di Juric, collezionando 3 gol in 25 partite in una squadra che, alla vigilia del campionato, veniva indicata come la prima seria candidata alla retrocessione.

A sinistra, infine, in pole position c’è sempre Kostas Tsimikas, terzino dell’Olympiakos per il quale il Napoli avrebbe già offerto 15 milioni di euro, una cifra sicuramente alta che i greci potrebbero decidere di accettare. Tsimikas, titolare della propria nazionale, ha ricevuto ottime referenze da Manolas ed è convinto di sposare la causa azzurra. Diventerebbe così una (valida) alternativa a Mario Rui, la cui rinconferma però non sarebbe poi così scontata. Insomma, come si diceva in precedenza, dalle parti di Castel Volturno c’è aria di rivoluzione: il Napoli vuole staccarsi dal passato per costruirsi un nuovo, fiammante futuro. E per farlo, Giuntoli dovrà accontentare il più possibile le richieste di Gattuso, che vuole gente giovane e affamata per ridare vita a un ambiente deluso dall’attuale stagione in chiaroscuro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.