Santos, il pres. Peres: "La Juve vuole Kaio Jorge, possiamo trattare"

Il numero uno del club brasiliano ha parlato anche di Gabigol, Inter e Walter Zenga.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il calcio è fermo, come l'Italia, in bilico tra confusione e paure. Ma intanto programma. Prova a guardare oltre questa stagione maledetta, con un occhio di riguardo al futuro. E quindi al calciomercato, ovviamente, la Juventus non fa eccezione. Com'è noto da circa un mese, infatti, i bianconeri hanno puntato un talento brasiliano del Santos: Kaio Jorge.

Giovanissimo (classe 2002), e costosissimo. Il presidente del Santos, José Carlos Peres, ha confermato l'interesse dalla Juve e si è detto disposto a trattare. Nonostante Kaio Jorge abbia all'attivo solo 6 presenze (per un totale di 96' minuti) e 1 gol tra i professionisti, però, il club brasiliano si è già tutelato nei confronti "delle grandi potenze europee" con una clausola monstre.

Peres: "Kaio Jorge ha una clausola da 75 milioni di euro"

Intervenuto ai microfoni di Calciomercato.com, Peres ha parlato della possibile trattativa con i bianconeri:

Non voglio farmi trovare impreparato. Se non arrivano le offerte giuste entro una data limite che stabiliremo, ce lo terremo fino alla fine della stagione. Se la Juve ha fatto un'offerta? No. Ho solo avuto richieste d’informazioni, alle quali ho risposto: la clausola è di 75 milioni di euro, ma siamo disposti a trattare. Dobbiamo proteggerci dall’aggressività economica dei grandi club europei. Mettere clausole alte significa obbligare le società a venire a parlare con noi. Con i bianconeri stavamo trattando sulla base di 30 milioni, ma non solo con loro. Altre due società italiane sono molto attive oltre ad una francese, di cui però, siccome non sono uscite notizie sulla stampa, non posso rivelare i nomi.

Non solo Kaio Jorge, comunque, anche un altro giocatore del Santos (Soteldo) piace in Italia. Ma all'Inter:

Me lo hanno chiesto, Ausilio in persona, ma si è fermato davanti alla mia richiesta di 35 milioni. Troppo alta? Lo vogliono tante squadre in Brasile, Inghilterra e Spagna. Dopo la delusione con Gabigol avremmo dato la corsia preferenziale all'Inter, ma non ci ha più ricontattato. Perché delusi per Gabigol? Lui aveva voglia di rimanere qui: io ho chiamato l’Inter e ho offerto Lucas Verissimo più 4 milioni, ma hanno preferito darlo al Flamengo per 20 milioni pagati a rate.

Infine, una curiosità:

Zenga è un allenatore per il quale nutro grande stima, e che avrebbe fatto, e potrebbe ancora fare comodo al Santos.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.