Getafe, Bordalas: "Fortuna che non siamo andati a giocare a Milano"

Il tecnico degli spagnoli è tornato a parlare del match contro l'Inter a San Siro: una partita che non si è mai giocata.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una doppia sfida della quale tanto si è parlato, e che alla fine non si è mai giocata. Finora almeno, anche se le speranze di tornare in tempi brevi alla normalità si fanno di giorno in giorno sempre più flebili. Illusorie. Comunque, col senno di poi, le parole del presidente del Getafe in merito al match contro l'Inter hanno trovato ragion d'essere con il blocco totale al calcio: "Noi a Milano non ci andremo anche a costo di perdere a tavolino", diceva prima degli ottavi di finale di Europa League.

Affermazioni delle quali ora si compiace anche il suo allenatore, José Bordalás. Intervistato da La Gazzetta dello Sport, il tecnico del Getafe ha incensato la decisione presa dalla sua società: "Una scelta azzeccata". Ecco le sue parole:

La decisione del presidente è stata incredibilmente azzeccata. Viaggiare in quel momento era tremendamente rischioso per tempi e luogo. Basta pensare a quello che è successo ad altri che sono andati a Milano, come il Valencia o il Madrid di basket. La presa di posizione del presidente è stata positiva per noi e per il calcio: ha aperto gli occhi ad altri. C’era troppa gente che pensava che non sarebbe successo nulla e che bisognava continuare a vivere in maniera normale: il tempo ci ha detto che non era così, è arrivata la parola pandemia.

Quelle partite contro l'Inter, però, avrebbero rivestito una grande importanza per il Getafe. Società alla quale non capita tutti i giorni di giocare contro grandi avversari europei:

Sull'Inter c'è poco da dire: una squadra storica, un equipazo fantastico, con un grande allenatore e giocatori magnifici. Simbolo di un campionato, la Serie A, che sta
crescendo tantissimo recuperando lo status calcistico che le appartiene. È arrivato Cristiano Ronaldo e prendete giocatori dalla Premier League, cosa impensabile fino a poco tempo fa. Per noi sarebbe stata una sfida meravigliosa, piena di significati.

Quando (o se) si giocherà? Bordalás non sa rispondere:

Tante speculazioni, nessuna certezza. Speriamo di poter giocare, e di farlo presto. Se non potremo disputarla in maniera classica, a San Siro e qui da noi, sono certo che la Uefa troverà la soluzione migliore senza pregiudicare nessuno.

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.