Liverpool, Sean Cox torna a casa due anni dopo l'aggressione

Il tifoso dei Reds, brutalmente attaccato prima della partita contro la Roma, rientra a 23 mesi dall'episodio. La moglie: "Aspettavamo da tempo questo giorno".

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

In un periodo particolarmente difficile, l'Inghilterra può sorridere grazie a una notizia decisamente lieta: Sean Cox, il tifoso del Liverpool vittima di un'aggressione prima della semifinale di Champions League contro la Roma, è finalmente tornato a casa.

Ne dà notizia direttamente la pagina "Support Sean Cox", che mostra una foto del supporter dei Reds nella sua dimora assieme a sua moglie e ai 3 figli. Il tutto 23 mesi dopo il brutale attacco da parte di due tifosi giallorossi fuori da Anfield.

Dopo essersi sottoposto a trattamenti al Walton Center di Liverpool e aver passato un periodo all'ospedale di Dublino, il tifoso del Liverpool è finalmente rientrato a casa dove continuerà le cure grazie alla famiglia e a sua moglie Martina che con un messaggio su Facebook ha ringraziato tutti quelli che sono stati vicini a loro e a Sean Cox.

Aspettavamo questo giorno da tanto tempo, Sean dovrà ancora recuperare a lungo ma questo è un passo importante perché unisce di nuovo la nostra famiglia. Non potrò mai ringraziare abbastanza chi si è preso cura di lui al Marymount Care Center: il suo rientro ha un significato forte per tutti noi, non c'è altro posto dove Sean vorrebbe stare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.