Immobile: "La Lazio è stata straordinaria, spero di tornare presto"

L'attaccante biancoceleste: "Ai nostri tifosi chiedo di stringere i denti e rimanere a casa: torneremo presto ad abbracciarci ed esultare".

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il campionato di Serie A interrotto per via dell'emergenza Coronavirus era (e si spera possa ancora essere) quello dei record per Ciro Immobile che aveva accumulato ben 27 reti nelle prime 26 giornate trascinando la Lazio in piena lotta Scudetto con Juventus e Inter.

Fra i danni collaterali della pandemia c'è anche la sospensione del torneo che settimana dopo settimana sembrava sempre più un sogno per la squadra guidata da Simone Inzaghi e per tutti i tifosi, sempre più convinti di poter tornare a vincere il campionato dopo 20 anni.

Proprio il capocannoniere oggi ha parlato in una lunga intervista rilasciata al Corriere dello Sport e inevitabilmente ha analizzato quanto fatto dalla sua Lazio in questa stagione "monca" sperando di poter tornare a giocare il prima possibile davanti al pubblico. Mettendo però la salute di tutti in prima fila.

Immobile e Acerbi
Immobile parla della stagione interrotta per via del Coronavirus

Lazio, Immobile: "Stavamo facendo qualcosa di straordinario, spero di tornare presto"

Sono parole molto sentite quelle di Immobile che sulle pagine del quotidiano sportivo romano fa un appello a tutti quanti i tifosi nella speranza di poterli rivedere al più presto riempire gli spalti dello Stadio Olimpico.

Difficile scegliere cosa dire, spero di poter tornare presto a giocare e riprendere il nostro cammino: la Lazio stava facendo qualcosa di straordinario e anche io mi stavo togliendo qualche soddisfazione a livello personale, siamo ancora in lotta anche se è difficile. Ai tifosi chiedo di stringere i denti e stare a casa, presto torneremo ad abbracciarci e a condividere momenti belli o brutti sportivamente parlando. Sono vicino in particolare a chi ha problemi lavorativi per colpa di questa pandemia, spero che l'Olimpico riapra per il pubblico: a porte chiuse non ha senso. Il mio gol più bello? Il 100esimo contro il Milan, anche perché ho segnato di testa e non è la mia specialità...

In ultimo Immobile ha raccontato la sua routine ora che è costretto a rimanere in casa, fra allenamenti e tempo trascorso con moglie e figlie.

Appena mi sveglio aiuto Giorgia e Michela coi compiti e poi mi alleno: passo molto tempo con la famiglia, vedendo film o giocando, almeno questo è un lato positivo perché durante la stagione non lo faccio. Allenarsi in casa è complicato ma faccio il massimo per tenermi in forma, a volte mi metto a palleggiare sul terrazzo perché mi mancano il campo e le partite. Sento i miei compagni ogni giorno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.