Serie A, Lotito contro Agnelli e Zhang sulla ripresa degli allenamenti

Il presidente della Lazio spinge per ricominciare la preparazione da dopo il fine settimana, quelli di Inter e Juventus vogliono rimandare.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Se per la ripresa del campionato di Serie A al momento si prova a mantenere le più ottimistiche previsioni, i club italiani sono divisi sulla ripresa degli allenamenti dei calciatori che non possono lavorare insieme da giorni ormai per via dello stop delle attività sportive.

Stando alle indiscrezioni raccolte da Tuttosport, la spaccatura è dovuta alle diverse opinioni sulla data con Claudio Lotito leader del fronte che vorrebbe permettere alle rose di riunirsi già da lunedì come annunciato dalla sua Lazio sul sito ufficiale.

Insieme a lui c'è anche De Laurentiis, favorevole alla ripartenza dal 23 marzo con Giulini e il Cagliari che approvano. Dall'altro lato della barricata però ci sono molte altre società, in particolare Inter e Juventus fortemente contrarie a tornare sui rispettivi campi di allenamento prima di aprile.

Steven Zhang
Zhang e Agnelli contro Lotito sulla data della ripresa degli allenamenti in Serie A

Serie A, divisione sulla ripresa degli allenamenti: Lotito per il sì, scontro con Zhang e Agnelli

Zhang e Agnelli infatti portano avanti il parere dell'Associazione Medici Sportivi che chiede prudenza e di riprendere ad allenarsi almeno dopo il 3 aprile come da decreto governativo. Stesso discorso per la Libera Associazione Medici Italiani del Calcio per parola del presidente Castellacci.

Esprimiamo dissenso verso l'ipotesi di alcune società di allenarsi prima del 3 aprile, ci vuole uniformità in una scelta del genere e alcune di queste squadre si trovano in quarantena. Oltre allo svantaggio di preparazione, c'è anche il rischio di nuovi contagi.

Lotito però non vuole sentire ragioni e ha proposto anche l'opzione di garantire uno spogliatoio individuale per ogni calciatore: oggi ci sarà un nuovo confronto insieme all'amministratore delegato della Serie A De Siervo(rigorosamente in videoconferenza), nel tentativo di arrivare a un punto di incontro che potrebbe essere quello dell'ok al lavoro individuale da inizio aprile. Ma il presidente della Lazio e De Laurentiis non mollano la loro posizione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.