Roma, proseguono i contatti Pallotta-Friedkin: trattativa al ribasso

Lo stop del campionato ha rallentato l'affare e il valore del club giallorosso potrebbe essere calato di ben 100 milioni di euro.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

Il mondo del calcio italiano si è fermato per via dell'emergenza legata al Coronavirus e fra i tanti danni "collaterali" del blocco c'è anche quello legato alla trattativa per il passaggio di proprietà della Roma, che sembrava potersi chiudere proprio entro il mese di febbraio.

I contatti fra l'attuale presidente James Pallotta e Dan Friedkin non si sono fermati e l'imprenditore e CEO di Gulf States Toyota Distributors è ancora fortemente convinto di rilevare la società capitolina nonostante la crisi che ha colpito il nostro paese e di rimbalzo anche le squadre di Serie A.

La trattativa però si è comprensibilmente fermata sin dallo scoppio dei contagi nello stivale che potrebbe avere anche un forte contraccolpo economico sulla cifra che Friedkin proporrà a Pallotta per diventare il nuovo proprietario della Roma.

Dan Friedkin
Friedkin-Pallotta, trattativa al ribasso per la Roma

Roma, prosegue la trattativa Friedkin-Pallotta: affare al ribasso

Stando alle indiscrezioni raccolte dalla Gazzetta dello Sport, l'iniziale cifra richiesta dal presidente giallorosso (che comprende non solamente le quote della società calcistica ma anche le altre 11 che ne compongono la "galassia" aziendale) si aggirava attorno ai 700 milioni di euro. Ora però i rallentamenti avrebbero abbassato questa somma di circa 100 milioni, ipotesi confermata dagli studi legali che stanno seguendo l'operazione sia dal lato statunitense che da quello italiano.

Questo affare comunque non si concluderà in fretta, con Pallotta che può aspettare anche fino a settembre per capire se la risoluzione sarà positiva. Dal canto suo Friedkin è conscio del contraccolpo che la pandemia avrà sull'economia negli USA e quindi attende con prudenza.

L'unica notizia positiva è l'interesse dell'imprenditore ceco Vitek per i terreni di Tor di Valle che potrebbero essere comprati e riurbanizzati per facilitare poi la costruzione dello stadio. Passo che finalmente sbloccherebbe l'iter burocratico col Comune per il tanto atteso nuovo impianto giallorosso.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.