Chiellini dopo i tamponi della Juventus: "Sto bene, non ho sintomi"

Il difensore bianconero parla del momento legato all'emergenza Coronavirus, ma anche di come è arrivato a Torino: "Trezeguet mi ha aiutato molto".

0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Juventus continua a monitorare con grande attenzione l'emergenza Coronavirus, in particolar modo dopo la positività di Rugani e Matuidi e con 4 giocatori della rosa (Cristiano Ronaldo, Higuain, Pjanic e Khedira) che stanno trascorrendo il periodo di isolamento all'estero. Chi è a Torino e ha già effettuato il tampone, invece, è Giorgio Chiellini, che ha parlato della situazione attuale sui canali ufficiali bianconeri.

Il difensore non ha riscontrato sintomi nel corso degli ultimi giorni, ma si è ugualmente sottoposto alle misure sanitarie prescritte dal club. Il capitano della Juventus è in quarantena al J Hotel da una settimana, insieme ad altri 120 membri tra calciatori, staff e personale amministrativo e logistico:

Ho fatto il tampone, non ho sintomi e sto bene ma sto ugualmente trascorrendo le mie giornate al J Hotel. Attendo i risultati nelle prossime ore, ma sono fiducioso e sereno. Non ho raggiunto la mia famiglia a Livorno, loro sono lì da 2 mesi e ho ritenuto opportuno rimanere qui. Qui ci sono anche Rugani, alcuni fisioterapisti e gli chef dell'albergo.

Come passare le giornate in isolamento? Ovviamente con hobby vari e un po' di allenamento, sempre mantenendo le disposizioni mediche per evitare potenziali contagi:

Passo la giornata come tanti. Facciamo alcuni esercizi del programma personalizzato, guardo film e serie TV e ho rispolverato la PlayStation come quando ero giovane. Siamo sempre in contatto con videochiamate, sia con i miei compagni di squadra che con la mia famiglia. Esco solo al mattino, quando devono rifarmi la camera.

Chiellini ha effettuato il tampone come da regolamento in casa Juventus: "Sto bene, non presento sintomi"
Chiellini ha effettuato il tampone come da regolamento in casa Juventus: "Sto bene, non presento sintomi"

Juventus, Chiellini dopo il tampone: "Sto bene e non ho sintomi"

Nell'intervista rilasciata al canale YouTube della Juventus, Chiellini ha anche svelato i retroscena del suo arrivo in bianconero, ma anche dei rapporti con tanti campioni del passato e del presente:

Ricordo che ero in comproprietà con la Roma, mentre il presidente del Livorno mi comunicò che una delle migliori squadre d'Italia stava venendo a cercarmi per formalizzare il trasferimento. Mi disse chiaramente di accettare e io risposi con grande entusiasmo. Quando vidi entrare Moggi, Giraudo e Bettega capii tutto. Ho conosciuto tanti grandi campioni con cui ho attraversato una fetta importante della mia carriera: a Buffon, Barzagli e Bonucci sono particolarmente legato, ma anche Pirlo e Lichtsteiner sono stati ottimi compagni.

Uno in particolare, protagonista della diretta insieme a Chiellini, merita una menzione speciale da parte del difensore della Juventus. È David Trezeguet, uno dei compagni di squadra che più l'hanno aiutato nel primo periodo di permanenza in squadra:

Trezeguet era unico, mi ha aiutato tantissimo perché ero un ragazzo giovane e lui era tra i calciatori più rappresentativi della Juventus. Ho superato momenti difficili che può avere ogni ragazzo di 21 anni che veste il bianconero, sono periodi normali ma li ho superati alla grande grazie a lui. Ricordo che ci fermavamo anche dopo gli allenamenti per perfezionare i colpi di testa, lui poi aveva una coordinazione fuori dal normale e l'ha dimostrato su tutti i campi d'Europa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.