Calciomercato, asse Juventus-Roma: possibile scambio Cristante-Mandragora

Con l'obiettivo di creare una plusvalenza fondamentale per il bilancio, i due club sembrano intenzionati a ripetere a centrocampo l'operazione che la scorsa estate ha portato allo scambio tra Spinazzola e Pellegrini.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Non è un segreto che per determinare un bilancio in regola, capace cioè di rientrare nei parametri stabiliti dalla UEFA con il fair play finanziario, molti accordi di calciomercato vengano presi anche nell'ottica di possibili plusvalenze, fondamentali - soprattutto in Serie A - per mettere a posto i conti. Una pratica che in futuro dovrebbe presentare norme più stringenti ma che al momento, essendo perfettamente legale, continua ad essere utilizzata da molti club e che la prossima estate dovrebbe rinnovare quello che può essere considerato ormai un vero e proprio asse.

Parliamo di quello che intercorre tra la Juventus e la Roma, che dopo essersi scambiate la scorsa estate i terzini Spinazzola e Luca Pellegrini, con beneficio economico di entrambi i club, sono pronte a imbastire un'operazione simile a centrocampo, protagonisti Bryan Cristante e Rolando Mandragora. Classe 1995 il primo e 1997 il secondo, entrambi nel giro della Nazionale ma ancora in cerca della definitiva consacrazione, a giugno potrebbero scambiarsi le maglie grazie a un accordo di calciomercato che per i club interessati avrebbe valore tecnico ma anche economico.

Arrivato alla Juventus nel 2016 e ceduto nel 2018 all'Udinese, Mandragora fa ancora parte dell'orbita bianconera: la Vecchia Signora vanta infatti un diritto di riacquisto nei confronti del giocatore, che può riprendersi versando 6 milioni di euro in più rispetto a quelli incassati a suo tempo. Il centrocampista campano a Udine si è affermato come un ottimo prospetto, e potrebbe fare comodo alla Roma che da parte sua girerebbe ai bianconeri Cristante, che tra alti e bassi si è comunque dimostrato all'altezza della Roma dopo le ottime prestazioni con l'Atalanta.

Rolando Mandragora
Classe 1997, Mandragora si trova all'Udinese ma la Juventus può riscattarlo e girarlo alla Roma in cambio di Cristante.

Calciomercato, plusvalenze in arrivo per Juventus e Roma nello scambio Mandragora-Cristante

A Bergamo Cristante è riuscito a risollevare una carriera che sembrava già precocemente in declino dopo l'esordio da giovanissimo nel Milan, club in cui è cresciuto, la più che dimenticabile esperienza portoghese con il Benfica e le due parentesi in prestito tra Palermo e Pescara. Centrocampista duttile, forte atleticamente e tecnicamente, sotto la guida di Gasperini è riuscito a ritrovarsi, spiccando anche in zona gol e guadagnandosi il salto in una big come la Roma, con cui ha recentemente rinnovato il contratto fino al 2024.

L'accordo tra Juventus e Roma non sarebbe comunque unicamente mirato a mettere a posto i bilanci: come nel caso di Spinazzola e Pellegrini, i due giocatori interessati piacciono ai rispettivi club, con Mandragora che nella Roma potrebbe rivelarsi per caratteristiche perfetto per le idee tattiche di Fonseca e Cristante che a centrocampo potrebbe dare alla Juventus quello che nomi ben più rinomati di lui non sono riusciti a dare nel corso di questa stagione. Al momento si tratta di un'idea, che però potrebbe concretizzarsi nel momento in cui Mandragora sarà riscattato.

A quel punto i club potrebbero accordarsi per uno scambio con una valutazione non inferiore, per entrambi i giocatori, a 35 milioni di euro, aggiustando bilanci che ogni anno necessitano di questo tipo di interventi per rientrare nei rigidi parametri UEFA e acquistando comunque due giocatori funzionali alle proprie necessità. Se sono rose fioriranno, e per scoprirlo non resta che attendere la prossima estate.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.