La linea della UEFA: se i campionati saranno sospesi titolo alla prima

La speranza dell'organismo che regola il calcio continentale è quella di poter concludere i tornei sospesi a causa del coronavirus, ma se così non deve essere i titoli andranno comunque assegnati per salvaguardare le coppe europee.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

In seguito al propagarsi della pandemia del coronavirus in tutto il mondo, che ha sospeso la stagione calcistica e messo in dubbio l'effettiva conclusione dei maggiori campionati europei, la UEFA ha convocato una riunione straordinaria che si terrà in videoconferenza nella giornata di oggi e che avrà tre importantissimi punti del giorno: l'ormai inevitabile decisione di rimandare EURO 2020, l'accordo sul format che sarà utilizzato per concludere Champions ed Europa League e scegliere un criterio unico, valido per tutti i 55 Paesi membri, per assegnare titolo di campione, promozioni e retrocessioni.

Se è vero che le ufficialità arriveranno soltanto a riunione conclusa, alcune indiscrezioni sono già uscite nei giorni scorsi: EURO 2020 potrebbe essere rimandato al 2021, esattamente di un anno, ma anche andare in scena in inverno, mentre per le coppe europee prende quota l'opzione che prevede lo svolgimento delle gare di ritorno degli ottavi di finale, quindi i quarti in gara secca e poi una Final Four in campo neutro comprendente semifinali e finali.

E per quanto riguarda i campionati? L'intenzione del massimo organismo calcistico continentale, così come quella delle varie federazioni affiliate, è fare di tutto per recuperare le giornate mancanti in estate e garantire così una conclusione regolare. Tuttavia niente può essere dato per scontato, e in attesa di buone notizie da parte dell'Organizzazione Mondiale della Sanità non può essere esclusa neanche la cancellazione dei tornei ancora in corso di svolgimento. In questo caso per assegnare titoli, promozioni e retrocessioni potrebbe essere utilizzata la classifica al momento dello stop, o questo almeno è quello che ipotizza il noto quotidiano spagnolo As.

Il trofeo che va al vincitore della Serie A

Campionati annullati? La UEFA chiede di assegnare il titolo alla prima in classifica

Stando così le cose, la Serie A sarebbe vinta dalla Juventus, la Premier League dal Liverpool, la Bundesliga dal Bayern Monaco, la Ligue 1 dal PSG e la Liga dal Barcellona. L'intenzione della UEFA è quella di comunicare questa regola a ogni federazione calcistica europea come metodo per assegnare i posti nelle prossime edizioni di Champions ed Europa League, lasciando poi a ogni Paese la scelta di aderire in toto oppure organizzare poi una propria risoluzione interna.

Si tratterebbe di una soluzione estrema, dato che il rinvio di EURO 2020 dovrebbe liberare spazio in estate per i recuperi, e a cui nessuno si augura sarà necessario ricorrere. Questo significherebbe infatti che tra giugno e luglio lo spettro del coronavirus si starebbe ancora aggirando per l'Europa, creando danni incalcolabili in termini economici e di vite umane. Come ha già detto quando è stato interrogato sull'argomento, il presidente UEFA Ceferin vuole essere ottimista, ma non può neanche completamente escludere lo scenario peggiore.

Ed è sempre As a ricordare che in questo senso esiste un solo precedente: nel 1999 la UEFA assegnò il titolo di campione di Jugoslavia al Partizan Belgrado nel momento in cui il campionato fu sospeso a causa della guerra dei Balcani. La speranza di tutti è che una scelta del genere non debba essere presa ancora, e che con l'impegno di tutti la sfida al coronavirus sarà vinta nel minor tempo possibile, permettendo all'umanità di tornare rapidamente a quella normalità perduta di cui il calcio è parte integrante ormai da più di un secolo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.