Milan, Begovic: "Dev'esserci un modo per decidere la stagione sul campo"

Le parole del portiere rossonero nell'intervista rilasciata al Mirror.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

Il portiere del Milan Asmir Begovic ha concesso un'intervista al Mirror in cui ha parlato dell'emergenza Coronavirus e non solo:

Dobbiamo finire la stagione, dev'esserci un modo per deciderla sul campo: Scudetto, retrocessioni, posti Champions. Possiamo giocare ogni 3 giorni, i calciatori possono farcela, ci piace. Ho giocato in Inghilterra... Ora stiamo riposando un po', le squadre saranno in forma. Vedremo cosa sarà deciso. Inanzitutto bisogna tenere sotto controllo il virus e far guarire la gente: prima si chiuderà tutto, prima tutto sarà finito. Partite a porte chiuse? Ci perdono tifosi, giocatori e staff. Il calcio è religione, una cultura, un modo di vivere. Non mi piace quando si parla di stop o porte chiuse, perché i tifosi vogliono vedere le partite. Giocare con San Siro vuoto è stato strano (è successo in occasione di Milan-Genoa 1-2, ndr). Se la squadra di casa va in vantaggio il pubblico ti spinge e sostiene. Non c'era adrenalina, non è stato nemmeno divertente. Preferirei che si ritardasse la ripresa e si tornasse a coinvolgere la gente

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.