Calciomercato, l'Europa impazzita per il baby gioiello Jude Bellingham

Classe 2003, centrocampista, ha esordito tra i professionisti a 16 anni ed è finito sul taccuino di club come Bayern Monaco, Borussia Dortmund, Chelsea e Manchester United: costa 35 milioni e deve solo scegliere il suo futuro.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

Nonostante debba ancora compiere 17 anni, il nome di Jude Bellingham è destinato a diventare uno dei più chiacchierati nel prossimo calciomercato estivo: il centrocampista del Birmingham City ha infatti bruciato le tappe in modo impressionante e si prepara a prendere una decisione che potrebbe risultare determinante in una carriera che è appena agli inizi ma che promette di proiettarlo tra i migliori al mondo.

Figlio e fratello d'arte - papà Mark, sergente di polizia, ha segnato oltre 700 reti nella Non-League inglese mentre il fratello minore Jobe, 14 anni, gioca nell'Academy del Birmingham - Jude Bellingham si è imposto immediatamente in seconda serie grazie a qualità indiscutibili: centrocampista inesauribile, energico nei contrasti e insuperabile nell'uno contro uno, abbina all'ottima fase difensiva anche grandi qualità tecniche e un cambio di passo che gli permette di operare indifferentemente come mediano o su entrambe le fasce.

Un vero e proprio "tuttocampista", che dopo l'esordio avvenuto a distanza di poco più di due mesi dal 16esimo compleanno si è imposto in pianta stabile in prima squadra: nella sua prima stagione in Championship, la prima da professionista, ha collezionato fino alla sospensione a causa dell'emergenza legata al coronavirus 32 presenze, 4 gol e 3 assist. Numeri che gli hanno permesso di conquistarsi l'attenzione di alcuni dei più grandi top club europei, che nel prossimo calciomercato sono pronti a offrire la cifra richiesta dal Birmingham City: 35 milioni di euro.

Jude Bellingham
Bellingham ha esordito tra i professionisti due mesi dopo aver compiuto 16 anni, ad agosto 2019, e oggi è il capitano dell'Inghilterra Under 17 e un punto fermo del Birmingham.

Calciomercato in fermento per Jude Bellingham, il 16enne che piace a mezza Europa

Starà dunque a lui scegliere quale sarà la sua prossima destinazione: per il momento le offerte sono arrivate dai due migliori club della Bundesliga, Bayern Monaco e Borussia Dortmund, e da due tra i migliori della Premier League, Chelsea e Manchester United: i Red Devils in effetti avevano presentato un'offerta al Birmingham già a gennaio, ma i Bluenoses avevano ritenuto insufficienti 14 milioni per privarsi di un elemento fondamentale per inseguire il traguardo, tutt'altro che scontato, della permanenza in Championship.

Il Borussia Dortmund, rivela il Daily Mirror, si era fatto avanti addirittura la scorsa estate, prima del precoce debutto in prima squadra che gli ha permesso di battere il record di Trevor Francis come più giovane esordiente di sempre nel club, record a cui si è aggiunto quello di più giovane marcatore con la rete rifilata allo Stoke City il 31 agosto 2019. Specializzato nello scoprire e lanciare ad alto livello i migliori giovani in circolazione - Hakimii, Sancho, Reyna e Haaaland solo per fare qualche nome emerso recentemente - il club giallo-nero ci aveva visto lungo, colpito da un pre-campionato che aveva visto Bellingham, fresco 16enne, mostrare numeri da campione affermato.

Il Birmingham City è riuscito a dire di no e a trattenere il ragazzo, cresciuto nel club dove è entrato quando aveva 8 anni e dove ha sempre bruciato le tappe, per una stagione che lo stesso ha vissuto da assoluto protagonista senza patire alcun timore reverenziale nei confronti di compagni e avversari puntualmente più esperti di lui. Aiutato da una struttura fisica notevole, Bellingham ha mostrato tutte le qualità di cui era in possesso, confermandosi partita dopo partita e abbinandole a una personalità importante, che ha finito con il convincere gli scettici sul suo valore e sulle sue prospettive.

Non parliamo infatti del classico caso mediatico che riguarda molti teenager, magari dotati di ottime qualità e su cui in tanti sono pronti a scommettere ma che finiscono per scomparire all'impatto con il calcio dei grandi: Bellingham è una solida realtà, un giocatore concreto, ordinato tatticamente, un mastino che dopo aver recuperato palla può immediatamente proiettarsi in avanti e ribaltare l'azione grazie a dribbling, tocco di prima e grande corsa. Come detto può giostrare come ala e come centrocampista centrale, arretrare davanti alla difesa o avanzare sulla trequarti.

La sensazione di trovarsi davanti a un predestinato è concreta, anche se per migliorare ancora il ragazzo dovrà mettersi alla prova in un campionato ancora più competitivo della Championship - che comunque non è una passeggiata - e probabilmente capire meglio quale possa essere il suo ruolo naturale. Il Birmingham City si è già rassegnato a lasciarlo partire: la sua cessione, che potrebbe avvenire su una base di 20 milioni più 15 di bonus, potrebbe finanziare in modo importante un club a corto di liquidità e che comunque potrebbe dedicarsi al fratello minore Jobe, a 14 anni già nel giro dell'Inghilterra Under 15 e destinato a quanto pare a bruciare le tappe come Jude.

Il quale a giugno dovrà prendere la decisione più importante della sua ancora giovane vita: in Germania potrebbe andare a guadagnare oltre 2 milioni di euro, mentre restando in Inghilterra potrebbe continuare una crescita graduale che gli permetterebbe di mantenere la famiglia unita in un momento tanto importante per tutti. Quale sarà la decisione definitiva lo sapremo soltanto in estate - anche se papà Mark è stato visto lasciare l'Old Trafford dopo aver parlato con Sir Alex Ferguson - ma una cosa sembra certa: il nome di Jude Bellingham sembra destinato a entrare nel futuro del calcio inglese e mondiale.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.