Wolves, Espirito Santo: "Mentre la gente muore noi giochiamo a calcio"

Lo sfogo del manager del Wolverhampton.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dopo la gara di Europa League tra Olympiakos e Wolverhampton, il manager del club inglese Nuno Espirito Santo ha attaccato l'Uefa che ha fatto giocatore il match (valido per l'andata degli ottavi) a porte chiuse nonostante la positività al Coronavirus del presidente dei greci Evangelos Marinakis:

Giochi una partita di calcio e poi realizzi cosa sta accadendo nel mondo. La gente sta morendo, è assurdo. Giocare senza tifosi non ha senso, il calcio è un intrattenimento e noi giochiamo per loro

Prima della sfida il Wolverhampton aveva pubblicato un comunicato che recitava:

La nostra posizione è che la trasferta sia stata rischiosa per giocatori, allenatori, staff e tifosi che hanno viaggiato, in questi tempi critici e incerti. La nostra preoccupazione è anche per i nostri avversari, con giocatori e allenatori che sono stati testati. C’è anche delusione perché il match sarà giocato senza tifosi, che sono parte di ciò che rende speciali le competizioni europee. Crediamo ci siano cose più importanti del calcio e la salute sia una di queste

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.