Napoli, fissati i primi obiettivi di mercato: prima la punta, poi Boga

L'esterno del Sassuolo è il prescelto per la fascia. Davanti si punta su Belotti: Petagna e Verdi le possibili contropartite. E Callejon tratta il rinnovo.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

Tra le tante manovre di mercato che vedranno protagonista il Napoli durante la sessione estiva, sicuramente ci sarà una ricerca minuziosa per quello che sarà il centravanti della squadra a partire dalla prossima stagione. Il motivo è molto semplice: le sirene inglesi per Arkadiusz Milik si fanno sempre più insistenti e Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del club, ha capito che dalla cessione del polacco ai Gunners possono entrare cifre molto importanti. Oltremanica si parla addirittura di un'offerta da almeno 50 milioni di euro, sotto la quale il Napoli non ha nemmeno intenzione di sedersi a parlarne.

Milik sarebbe scontento, vorrebbe più spazio, sarebbe affascinato dalla Premier League e, soprattutto, rappresenterebbe una bella plusvalenza da mettere a bilancio. Il che, di questi tempi, non si butta affatto via. Il Napoli probabilmente non giocherà nella prossima Champions League e sarà obbligato quindi a rivedere un po' i parametri dei propri investimenti. Inoltre, nonostante i soldi spesi per portarlo in Italia - ai tempi De Laurentiis versò 35 milioni di euro all'Ajax - verranno ammortizzati solo il prossimo anno, ma con la cessione dell'ex ajacide il club si libererebbe anche di uno stipendio abbastanza alto.

Detto ciò, è chiaro che nel momento in cui Milik dovesse lasciare Napoli, andrà ricercato un sostituto adatto. Va altresì detto che, nel mercato di gennaio, la società aveva già bloccato Andrea Petagna, bomber della Spal acquistato per 20 milioni di euro complessivi e lasciato poi a Ferrara in prestito fino alla fine della stagione. Il primo luglio Petagna apporrà la firma sul contratto che dovrebbe legarlo al Napoli, ma il condizionale in questo caso è d'obbligo visto che, l'ex Atalanta, potrebbe non addirittura non indossare mai i colori azzurri, ma essere direttamente sacrificato come contropartita per arrivare a un profilo di caratura superiore.

Calciomercato Napoli Belotti Boga
Andrea Belotti, centravanti del Torino: il bomber classe 1993 è in granata da cinque stagioni e adesso potrebbe guardarsi intorno, con Gattuso che osserva interessato la situazione

Napoli, il punto sul mercato: per l'attacco spunta Belotti

Il prescelto è Andrea Belotti, centravanti del Torino nonché vero e proprio feticcio di Gennaro Gattuso. Il tecnico del Napoli lo ha fortemente indicato come il numero nove ideale per la propria idea di squadra. Il Gallo, dal canto suo, ha le caratteristiche adatte per sposarsi perfettamente con la filosofia calcistica di Ringhio: testa, cuore, temperamento, più ovviamente la capacità di segnare a raffica se la squadra è in grado di metterlo nelle condizioni di farlo. Il problema sarà smuovere Urbano Cairo da certe pretese: fino a due anni fa, il bomber del Torino veniva messo in vetrina a un prezzo folle, addirittura con una clausula da 100 milioni di euro per i club stranieri.

In Italia, invece, ci si sarebbe dovuti sedere a trattare, cosa che De Laurentiis sarebbe anche disposto a fare sfruttando i buoni rapporti con la controparte. Negli ultimi anni le due società hanno definito diverse operazioni - non ultima, quella di Simone Verdi, che i granata devono ancora riscattare - e proprio per questo motivo i margini per discuterne paiono essere abbastanza ampi. Nel caso in cui le cose dovessero approfondirsi, ecco che lo stesso Verdi e Petagna potrebbero diventare golose pedine di scambio, nonostante il primo non se la stia passando benissimo in questa stagione.

Idea Boga per la fascia: è il sostituto di Lozano

Altre indiscrezioni riportano dell'imminente divorzio tra il Napoli e Hirving Lozano. L'esterno messicano non è riuscito a imporsi, nonostante l'estate scorsa fosse arrivato nella fanfara generale, reduce da alcune stagioni da applausi in Eredivisie. Su di lui, invece, il Napoli rischia una grossa minusvalenza, visto che solo pochi mesi fa per averlo aveva speso 42 milioni di euro più commissioni. Poco male, questi sono i rischi per chi investe, come peraltro De Laurentiis sa perfettamente. Occorre guardare avanti, magari monetizzare con qualche esubero e, soprattutto, mettere dentro gente maggiormente funzionale al progetto tecnico.

Per esempio, il Napoli si è invaghito di Jeremie Boga, eclettico esterno del Sassuolo che in questa stagione sta definitivamente sbocciando. Il merito è in primis di Roberto De Zerbi, capace di trasformarlo da dribblomane incallito a risorsa offensiva tuttofare. Poi lui ci ha anche messo del suo, migliorando sia in fase realizzativa che in rifinitura. Quest'anno, al momento, ha messo insieme 8 gol e 4 assist in 25 partite. L'operazione verrebbe definita sulla base di 20 milioni di euro, ma prima il Sassuolo dovrebbe risolvere con il Chelsea la questione legata al cartellino.

I Blues, al momento della cessione ai neroverdi, hanno ottenuto un diritto di riacquisto a 15 milioni di euro, ma bisogna capire se e come intenderanno sfruttarlo. Gattuso non vede l'ora di avere a sua disposizione un esterno rapido a ribaltare l'azione e saltare l'uomo, oltre che a una valida alternativa da inserire nelle rotazioni di una squadra che, poco tempo fa, ha ribadito la fiducia a Insigne e rinnovato Mertens, sperando che anche Callejon possa seguire l'esempio del belga. In attesa di capire quando riprenderà il campionato, a Napoli il periodo di pausa verrà probabilmente sfruttato a dovere, in modo da portarsi per la prossima stagione, quando la squadra sarà chiamata a rilanciarsi dopo un anno decisamente tribolato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.