Serie A: la Lega spinge per finire il campionato e rinviare Euro2020

Nonostante la positività del primo giocatore del campionato, i club vorrebbero ripartire: se ne discuterà oggi ad Amsterdam.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

La notizia che era tristemente attesa è arrivata: Daniele Rugani è il primo calciatore del campionato di Serie A risultato positivo al Coronavirus, notizia che ha portato all'isolamento della rosa di Juventus e Inter per via dell'incontro giocato all'Allianz Stadium domenica scorsa.

Tutto il torneo era comunque fermo dopo il decreto governativo che ha bloccato gli eventi sportivi almeno fino al 3 aprile, cioè il weekend del 4 e 5, e sono in molti ad avere dubbi sulla reale possibilità di vederlo terminare regolarmente seppur con i dovuti tempi per i recuperi.

Gli incontri fra i vertici del calcio si susseguono, anche in attesa di capire cosa farà l'UEFA per le competizioni europee (di poco fa la notizia che anche il Real Madrid è in quarantena dopo un caso positivo nel team di basket). La a quanto pare la Lega spinge per terminare il campionato di Serie A.

Logo di Euro2020
Si va verso il rinvio di Euro2020: la Lega vuole terminare il campionato di Serie A

Serie A: la Lega spinge per terminare il campionato col rinvio di Euro2020

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, l'intenzione è ricominciare dalla prima data utile dopo il 3 aprile rigettando l'ipotesi di playoff e playout discussa nelle ore scorse. Indispensabile però sarebbe lo slittamento degli Europei 2020 al prossimo anno, che permetterebbe di riservare l'estate alle ultime partite.

Oggi ci sarà un incontro fra l'UEFA e i rappresentanti delle Leghe nazionali ad Amsterdam per decidere, con le Leghe europee che spingono per lo spostamento del torneo continentale alla prossima estate in cui però sono già in programma le qualificazioni per i prossimi Mondiali oltre che l'ultima fase della Nations League.

L'altra ipotesi sarebbe quella di giocare Euro2020 negli ultimi mesi dell'anno riorganizzando i calendari di tutti i campionati nazionali. Ma naturalmente la situazione è in continua evoluzione e oggi ci si aspetta una decisione forte da parte dell'UEFA che tenga conto di tutti gli scenari possibili.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.