UFC, Khabib taglia corto: "Non parlo dei problemi di Ferguson"

The Eagle dimostra ancora una volta signorilità, rifiutandosi di commentare i problemi di salute del Cucuy e che avevano messo in dubbio il suo futuro sportivo.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Khabib Nurmagomedov dice no alla speculazione sulle condizioni di salute di Tony Ferguson. Nel marzo 2019, infatti, El Cucuy finì al centro delle cronache - sportive e non - a causa di alcuni sintomi paranoici riscontrati nel suo atteggiamento. Convinto che in casa sua vi fossero delle microspie e che un chip di tracciamento fosse stato inserito nella sua gamba dopo un intervento al ginocchio, il fighter di origini latine venne allontanato dalla sua famiglia tramite un ordine restrittivo che però, va specificato, non era riconducibile a qualsiasi sorta di violenza domestica. La moglie di Ferguson, infatti, aveva chiarito a più riprese come si trattasse di una mera misura cautelare, tanto è vero che neanche un mese dopo ritirò la denuncia con il marito che, di lì a poco, avrebbe anche ricominciato a combattere. 

A seguito di questa vicenda è successivamente arrivata la vittoria su Donald Cerrone in quel di UFC 238, che ne confermò la posizione di title contender n.1 mentre Khabib Nurmagomedov, nel frattempo, aveva già battuto Conor McGregor e si preparava a sconfiggere anche Dustin Poierier nel settembre dello stesso anno, vale a dire il 2019. Una situazione, questa, che fortunatamente ha permesso ai fan di tirare un sospiro di sollievo sulle condizioni di salute del Cucuy, che nell'ottobre del 2017 era diventato anche campione pesi ad interim UFC con la vittoria su Kevin Lee.

Tornando però alla strettissima attualità, va sottolineato il gran bel gesto di Khabib Nurmagomedov, col campione pesi leggeri UFC che ha tagliato corto coi media quando gli è stato chiesto di commentare i problemi pregressi di Ferguson tra salute mentale, rapporto con la famiglia e quant'altro.

Onestamente non c'è niente di personale. Non voglio parlare dei suoi problemi, come le cose legate alla sua famiglia o alla sua salute mentale. Sta proprio qui il problema: lasciatelo in pace, non voglio parlare di lui o dei suoi problemi. Chiunque è seduto qui, chiunque ha dei problemi. Nessuno è al sicuro, se gli servirà aiuto bisognerà darglielo, ma combatteremo il prossimo mese. Non penso a lui, è il mio avversario. Parlando dei suoi problemi mentali... non credo siano una buona cosa.

UFC: Khabib vs Poirier
Khabib Nurmagomedov finalizza Dustin Poirier nell'ultima difesa titolata di The Eagle.

UFC: poco più di un mese a Khabib vs Ferguson

Poco più di un mese, intanto, ci separa da Khabib Nurmagomedov vs Tony Ferguson: il 18 aprile prossimo, infatti, l'evento del Barclays Center troverà compimento - salvo complicazioni causate dall'espandersi del coronavirus -, con la main card che verrà trasmessa in maniera integrale su DAZN nella notte tra sabato 18 e domenica 19 aprile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.