Real Madrid, la stagione e il futuro di Zidane nelle mani di Areola

Zidane, che senza un trofeo importante potrebbe essere esonerato a fine stagione, probabilmente dovrà affidarsi al portiere ancora in cerca di consacrazione contro Eibar e Manchester City, gare decisive per Liga e Champions.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Quando era poco più che un adolescente, Alphonse Areola era considerato da molti esperti di calcio un giocatore di sicuro avvenire, quasi una sorta di predestinato, destinato a difendere i pali della Francia a lungo. Oggi che ha da poco compiuto 27 anni, dopo una lunga serie di stagioni tra alti e bassi, si può dire che il portiere franco-filippino abbia perso il treno giusto: vero è che arrivare a giocare nel Real Madrid, e prima ancora nel PSG, non è cosa da tutti, ma ricoprire costantemente il ruolo di riserva, pur se di un grande come Thibaut Courtois, non è certo un grande traguardo per chi a vent'anni sentiva di poter spaccare il mondo.

Eppure, nel momento più caldo di una stagione vissuta da comparsa, Areola potrebbe ritrovarsi improvvisamente a recitare un ruolo da protagonista: l'infortunio agli adduttori rimediato da Courtois nella sconfitta contro il Betis ha complicato i piani di Zidane, e anche se il Real Madrid non ha comunicato i tempi di recupero del belga la sensazione è che mancherà nelle prossime due partite, decisive per il futuro della stagione delle merengues e per la permanenza in panchina del tecnico francese. 

Nel giro di cinque giorni, infatti, i blancos scenderanno in campo in due partite che potrebbero decidere la corsa per la vittoria della Liga e della Champions League: venerdì 13 marzo arriva al Bernabeu il modesto Eibar, 16esimo in classifica nel campionato spagnolo, martedì 17 invece Modric e compagni voleranno a Manchester, per ribaltare nell'Etihad Stadium del City di Guardiola il 2-1 incassato in casa all'andata. In entrambe le partite, tra i pali, dovrebbe toccare proprio ad Areola, chiamato a dimostrare finalmente di che pasta è fatto in 180 minuti che possono cambiare il futuro del Real e di Zidane, certo, ma anche il suo.

Alphonse Areola

Real Madrid, Areola si prepara all'esame che vale una stagione

Cresciuto nel Paris Saint-Germain, dopo essersi fatto le ossa in prestito con Lens, Bastia e Villarreal, Areola è tornato alla base nel 2016 per prendere il posto di Sirigu ma soltanto in una stagione è stato considerato il portiere titolare di un club ambizioso e che dopo averlo alternato nella stagione 2018/2019 con una leggenda come Buffon lo ha infine ceduto al Real Madrid in uno scambio di prestiti che ha portato a Parigi il costaricano Keylor Navas, il portiere delle merengues capaci di vincere per tre volte consecutive la Champions League e uomo di fiducia di Zidane.

La scelta del Real Madrid è apparsa chiara fin da subito: con un profilo come Courtois tra i pali, Navas era una presenza fin troppo ingombrante nello spogliatoio. Meglio quindi Areola, secondo designato che nel corso della stagione ha rispettato in silenzio le gerarchie: per lui appena 8 le presenze tra Liga, Coppa del Re e Champions League, la miseria di 674 minuti e 11 reti incassate, 4 nell'ultima gara giocata e persa in modo rocambolesco contro la Real Sociedad nella coppa nazionale. Pochi errori, vero, ma mai una prestazione particolarmente di rilievo e la sensazione che niente sarebbe cambiato fino al termine della stagione.

Adesso, invece, tutto può cambiare: dalla Spagna rimbalzano le voci che parlano di un Perez deluso dallo Zidane-bis e pronto a cambiare ancora tecnico se a fine stagione le merengues non avranno conquistato la Liga o la Champions League. Con l'infortunio occorso a Courtois, Zidane non può fare altro che mettere il suo futuro nelle mani di Alphonse Areola, che a 27 anni, per giunta privo contro il City della protezione di un totem come Sergio Ramos squalificato, dovrà superare l'esame di maturità troppo a lungo rimandato. Ne va del futuro di Zizou e del Real Madrid, al campo come sempre la risposta decisiva.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.