Emergenza Coronavirus in Spagna: giovedì la sospensione della Liga?

La RFEF deciderà in un tavolo straordinario, sotto la spinta dei club delle categorie inferiori e non solo. Carvajal sbotta: "Non siamo immuni".

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

La Serie A è già stata sospesa. Le partite di Europa League di Inter e Roma, rispettivamente contro Getafe e Siviglia, sono state rinviate a data da destinarsi. Sono i tasselli principali che spingono la federazione del calcio spagnolo a prendere in considerazione l'idea di sospendere tutte le attività sportive. L'emergenza Coronavirus comincia a farsi sentire anche nella penisola iberica e i club chiedono provvedimenti immediati: le categorie minori hanno già ottenuto l'interruzione, Liga e Segunda Division ancora no.

La RFEF, inizialmente restia a valutare un'ipotesi del genere, ha convocato un tavolo straordinario per decidere il futuro della stagione calcistica. L'argomento di discussione sarà la sospensione di tutti i campionati professionistici, a partire da Liga e Segunda Division arrivando fino al futsal. La convocazione è fissata per giovedì mattina alle 12: saranno presenti le autorità delle categorie, l'Assocalciatori spagnola e i rappresentanti del calcio a 5, oltre ai membri principali della federazione e alla Commissione straordinaria nominata proprio dagli organi federali.

L'obiettivo di gran parte dei convocati alla riunione di giovedì è quello di sospendere lo sport spagnolo quantomeno per le prossime 2 settimane, per valutare l'evoluzione del Coronavirus senza il rischio di diffonderlo durante gli eventi calcistici in programma nel mese di marzo. Il regolamento, all'articolo 42 dello statuto federale, prevede la sospensione unilaterale di Liga e Segunda Division da parte della federazione: Luis Rubiales, presidente della RFEF, vuole però arrivare a questa decisione con il consenso di tutte le parti in causa.

La RFEF pronta a sospendere Liga e Segunda Division per il Coronavirus: giovedì il tavolo straordinario
La RFEF pronta a sospendere Liga e Segunda Division per il Coronavirus: giovedì il tavolo straordinario

Liga sospesa per il Coronavirus? Giovedì riunione della RFEF

In realtà, la spinta per la creazione di un tavolo straordinario è arrivata proprio dai club, che in maniera informale hanno già manifestato la volontà di sospendere i campionati per le prossime settimane. Le prime avvisaglie erano già arrivate dalle squadre di Segunda B, la terza serie del calcio spagnolo, che già avevano ottenuto l'interruzione. La Liga e la Segunda Division, invece, erano rimaste fuori da questo provvedimento, suscitando il malcontento di diversi calciatori.

Uno su tutti Dani Carvajal, terzino del Real Madrid, che nelle sue stories su Instagram ha manifestato il malcontento per la mancata inclusione dei due principali campionati di Spagna:

I giocatori e gli staff delle squadre di Liga e Segunda Division sono immuni al Coronavirus?

Il commento sarcastico è lo specchio del malumore e della preoccupazione non solo del calciatore delle merengues, ma anche di tanti suoi colleghi, che devono fare i conti anche con le trasferte europee. La riunione di giovedì mattina e il successivo, eventuale provvedimento del Ministero della Salute potrebbe garantire una svolta anche per le prime due categorie del calcio spagnolo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.