Coronavirus, anche l'NBA chiude le porte: Warriors-Nets senza tifosi

Per la prima volta la Lega sceglie di giocare una partita nell'arena vuota: niente pubblico in Golden State-Brooklyn.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Era solo questione di tempo ma ora c'è anche l'annuncio ufficiale: l'NBA ha comunicato che per via dell'allerta Coronavirus, la partita di domani notte fra Golden State Warriors e Brooklyn Nets si giocherà a porte chiuse.

La decisione è arrivata dall'istituto di sanità per via dell'alto numero dei casi nella zona di San Francisco, dove ora sono vietati eventi che creano un'aggregazione di più di 1000 persone. Per il momento la chiusura del Chase Center è fino al 21 marzo, con i Warriors che ci torneranno solamente dopo la partita coi Nets in attesa di capire come evolverà la situazione. Ma l'NBA ha accettato la decisione di non far entrare il pubblico nell'arena dei vicecampioni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.