14 gol nel 2020: in Europa nessuno come Josip Ilicic

Con il poker al Valencia il giocatore sloveno è diventato il primo a realizzare quattro reti in trasferta in una gara della fase finale di Champions League: è il miglior marcatore del 2020.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Pep Guardiola aveva detto che giocare contro l'Atalanta è come andare dal dentista. Se così è, l'anestesista dei nerazzurri ha un nome e un cognome ben precisi: Josip Ilicic. Nella notte del Mestalla, tra un silenzio surreale sugli spalti e una vittoria che sa di orgoglio, con i bergamaschi volati ai quarti di finale di Champions League alla loro prima partecipazione alla competizione, lo sloveno con la maglia numero 72 sulle spalle ha scritto la storia: sua e della Dea. 

Due rigori procurati, altrettanti centri realizzati dagli 11 metri nel primo tempo. Un sinistro costruito con eleganza e spedito in rete con prepotenza, un tiro a giro per firmare la vittoria nella seconda parte di gara. Ilicic ha aperto e chiuso la storica serata valenciana, segnando la prima rete al 3' e il quarto centro al minuto 82. Nel mezzo, una prova da tuttocampista e da top player: primo ad "abbassarsi" a centrocampo per costruire l'azione, primo finalizzatore e cassaforte sicura per i compagni di squadra. 

Un alieno sul terreno del Mestalla: a Valencia Ilicic è diventato prima il giocatore più anziano di sempre a segnare una tripletta in una trasferta di Champions League (32 anni, 41 giorni) e poi il primo a realizzare quattro reti in trasferta in una gara della fase finale della massima competizione europea. Nel club dei pokeristi lo sloveno raggiunge Simone Inzaghi, Shevchenko, Messi, Lewandowski e Mario Gomez. E pensare che sul 3-3 aveva chiesto la sostituzione, come spiegato dal suo allenatore Gian Piero Gasperini ai microfoni di Sky Sport:

L'ho tenuto dentro per fare il quarto e poi l'ha fatto. Voleva uscire Josip e gli ho detto: dammi un minuto ed esci. So che quando fa fatica a recuperare su un'azione magari chiede il cambio, poi dopo due minuti lui va più forte di prima.

Atalanta, 14 reti per Ilicic nel 2020
Atalanta, 14 reti per Josip Ilicic nel 2020: nessuno come lui

Poker e 14 reti nel 2020: Ilicic supera CR7

Trequartista per origini, seconda punta per collocazione negli schemi di Gasperini, attaccante consumato per la statistica. La serata di Valencia ha anche proiettato Ilicic in cima ai marcatori europei nel 2020: i centri stagionali sono 21 in 29 partite, quelli nel nuovo anno ben  14 gol. Ai cinque agli spagnoli tra andata e ritorno, vanno sommate la doppietta al Parma, la tripletta al Torino e i gol a SPAL, Genoa e Lecce in campionato, oltre al centro nel ko di Coppa Italia contro la Fiorentina. Undici partite ufficiali, 14 reti. Meglio di tutti. Anche di Cristiano Ronaldo, scavalcato con i suoi 13 centri con la Juve dal primo gennaio ad oggi. Il segreto di Josip? Concentrarsi sempre e solo sulla propria prestazione.

Quando ho detto che più invecchio e più sono forte, dicevo sul serio. Penso solo a quello che devo fare io, non penso mai a chi mi deve marcare. Ora divertiamoci, il nostro percorso va avanti da anni. Il nostro obiettivo è giocare bene e crescere, facendo divertire.

Ci sta riuscendo l'Atalanta, ci sta riuscendo Ilicic. Capaci di entrare tra le migliori otto d'Europa all’esordio in Champions League, come non accadeva tra le italiane dalla Lazio 1999/2000. Josip e la Dea. Icone di una Bergamo orgogliosa, che ha vissuto due ore felici grazie ai suoi eroi in nerazzurro. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.