Real Madrid: Zidane in bilico, per la successione Pochettino o Allegri

Il ritorno in panchina del tecnico francese non è andato come sperato, e con Liga e Champions in bilico Florentino Perez pensa già al suo erede: nella lista spiccano i nomi degli ex tecnici di Tottenham e Juventus.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Quando è tornato a sedersi sulla panchina del Real Madrid, esattamente un anno fa, Zinedine Zidane è stato accolto con tutti gli onori che era doveroso riservare a una vera e propria leggenda: alle imprese compiute da calciatore con la maglia delle merengues, infatti, Zizou aveva aggiunto 3 Champions League vinte consecutivamente in quelli che erano stati i suoi primi due anni e mezzo da tecnico e che lo avevano immediatamente portato a essere considerato tra i migliori allenatori al mondo se non il migliore, come lo aveva del resto definito al momento della presentazione il presidente Florentino Perez.

Un anno più tardi, però, la percezione del numero uno delle merengues dev'essere nettamente cambiata, se è vero com'è vero che dalla Spagna arrivano notizie sul futuro del Real Madrid che non sembrano prevedere la presenza in panchina di Zidane dopo la fine della stagione in corso. Una stagione cominciata bene, nonostante i numerosi infortuni che hanno falcidiato la rosa delle merengues, ma che rischia di concludersi senza alcun nuovo trofeo in bacheca: secondi in classifica nella Liga dopo l'inattesa sconfitta incassata nell'ultimo turno contro il Betis, i blancos sono con un piede fuori anche da quella Champions League dove Zizou non aveva mai perso.

Il 2-1 incassato al Bernabeu nell'andata degli ottavi di finale contro il Manchester City di Pep Guardiola, infatti, era stato più che riscattato dal successo nel Clasico contro il Barcellona. Il nuovo tonfo in campionato, però, ha fatto nuovamente emergere tutti i limiti di una squadra che più volte non è riuscita a compiere un salto di qualità che al netto di tutte le giustificazioni Perez si aspettava ormai da tempo. Ecco quindi l'indiscrezione che arriva dalla Spagna: a fine stagione Zidane sarà esonerato, al suo posto si valutano i profili di Mauricio Pochettino e Massimiliano Allegri.

Mauricio Pochettino e Massimiliano Allegri

Real Madrid, Zidane potrebbe salutare a giugno: Pochettino e Allegri nel taccuino di Perez

La Supercoppa di Spagna vinta a gennaio in Arabia Saudita, insomma, non basterebbe per garantire a Zidane un futuro con le merengues: senza un trofeo significativo, come la Liga o la Champions League, a giugno si consumerebbe il secondo divorzio tra il club più titolato al mondo e il tecnico francese, al di là delle ovvie smentite di Perez che in questo momento della stagione non può fare altro che gettare acqua sul fuoco.

Mauricio Pochettino è già stato accostato più volte al Real Madrid, club che è sempre stato nel suo cuore e per cui aveva già meditato in passato di lasciare il Tottenham. Adesso che è libero ecco che il matrimonio potrebbe consumarsi davvero, premiando il rifiuto da parte dell'argentino della chiamata da parte del Barcellona, arrivata all'indomani dell'esonero di Ernesto Valverde e prima dell'ingaggio di Quique Setién. Anche Massimiliano Allegri è stato più volte accostato alle merengues durante la sua esperienza alla Juventus, con cui ha conquistato 5 Scudetti consecutivi.

Come nel caso di Pochettino, anche l'allenatore italiano sarebbe libero e disponibile a iniziare un'avventura al Bernabeu dopo l'anno sabbatico seguito alla fine del suo rapporto con la Juventus, club che potrebbe invece accogliere proprio Zidane al posto di un Maurizio Sarri che si trova nella stessa identica situazione del francese, con il futuro legato ai risultati da qui a fine stagione. Per scoprire come si muoverà quello che è un vero e proprio domino, insomma, non resta che aspettare giugno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.