Cosenza, l’agente di D’Orazio: "Autoesclusione? Per paura del Coronavirus"

Carlo Di Renzo, agente di Tommaso D'Orazio, spiega perché il suo assistito si sia autoescluso dai convocati per la trasferta contro il Chievo.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Carlo Di Renzo, agente di Tommaso D'Orazio, ha spiegato ai microfoni di Gianluca Di Marzio perché il suo assistito si sia autoescluso dai convocati per la trasferta contro il Chievo:

C'è grande paura per tutto quello che sta succedendo in Italia e nel mondo in questi giorni. Tommaso ha voluto tutelare se stesso e la sua famiglia, è diventato per la prima volta papà nei mesi scorsi: semplicemente non se l’è sentita di mettere a repentaglio la sua salute personale e quella del suo bambino. La scorsa estate ha avuto le difese immunitarie molto basse in seguito a un intervento chirurgico al naso. Ribadisco che non si tratta di nessuna scelta tecnica, D’Orazio non si è mai tirato indietro, ha sempre dato tutto per il Cosenza scendendo in campo anche quando non era al meglio della condizione fisica. La situazione purtroppo in queste ore sta degenerando in tutta Italia e Tommaso, dopo aver valutato attentamente, ha preferito non partecipare a una trasferta in una zona a rischio. Ha famiglia e un bimbo piccolo: è questa l’unica ragione

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.