Calciomercato, la Juventus pensa a Rakitic: Douglas Costa a Barcellona

Il nome del croato torna di moda tra i dirigenti bianconeri, disposti a sacrificare l'esterno brasiliano per mettere le mani su un centrocampista di livello assoluto.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ivan Rakitic alla Juventus, Douglas Costa al Barcellona. Sarebbe questo uno degli scenari di mercato paventati sull'asse italo-catalano dalla stampa spagnola: a rivelarlo, sulle proprie colonne, è Mundo Deportivo, uno dei quotidiani da sempre più vicini alle dinamiche della società blaugrana, che avrebbe riportato un'indiscrezione dalla tv catalana TV3. Si parla principalmente di uno scambio di cartellini, anche se per il momento non è ancora dato capire se eventualmente verranno messi sul piatto anche soldi a conguaglio.

Di certo, però, c'è che le situazioni legate ai due calciatori vanno attentamente monitorate, in quanto entrambi non stanno vivendo un periodo particolarmente positivo nelle rispettive squadre. Partiamo proprio dall'esterno bianconero, ormai un comprimario della Juventus nonostante la stima da parte di Maurizio Sarri, che nell'ultimo turno di campionato gli ha regalato anche la maglia da titolare per il big match contro l'Inter. I problemi di Douglas Costa sono ormai risaputi, e non riguardano fattori tecnici.

Il brasiliano ha dimostrato di essere fisicamente inaffidabile, tanto che non si capisce come il Barcellona possa essersi interessato a un profilo che, almeno da quel punto di vista, ha già dimostrato di non poter offrire garanzie. Inoltre, Costa andrebbe ad aggiungersi a una rosa dove tatticamente troverebbe sicuramente un posto, ma nello stesso tempo è molto probabile che, ben presto, si ritroverebbe solo ad affollare ulteriormente l'infermeria catalana. E allora perché farlo? Semplice: in primis, visti i buoni rapporti col Barcellona, per una questione economiche. I due potrebbero essere scambiati a valori studiati a tavolino, in modo da mettere a bilancio due belle plusvalenze.

Calciomercato Juventus Rakitic Douglas Costa
Ivan Rakitic, centrocampista 32enne del Barcellona: il croato è stato vicino alla Juventus nella sessione di mercato invernale, ma il matrimonio potrebbe consumarsi la prossima estate

Calciomercato, Rakitic verso la Juventus. Ma Monchi prova il blitz...

Ivan Rakitic è già stato molto vicino alla Juventus nella sessione di mercato invernale, quando da Torino proposero lo scambio con Federico Bernardeschi. Il centrocampista croato non rientrava più nei piani di Valverde e anche oggi, nonostante in panchina ci sia Quique Setien, il suo ruolo rimane comunque molto marginale. Per questo motivo Rakitic ha già espresso la volontà di salutare la compagnia, una presa di posizione che diventerà realtà in estate.

Alla Juventus potrebbe esaudire un suo grande desiderio, quello di giocare fianco a fianco con Cristiano Ronaldo, ma soprattutto strappare l'ultimo grande contratto della propria carriera. A 32 anni appena compiuti, il croato si rimetterebbe in gioco in una realtà completamente differente, dove però avrebbe tutte le carte in regola per imporsi. Inoltre, già in passato il suo entourage si era espresso in maniera positiva sulla destinazione bianconera.

Ostacoli? Solo uno, rappresentato dal Siviglia. Monchi lo ha scoperto e, per Rakitic, tornare a giocare in Andalusia rappresenterebbe un salto nel passato non indifferente. Al Sanchez Pizjuan è esploso dopo gli inizi allo Shalke 04, si è imposto e fatto amare dai tifosi, conquistandosi non solo la chiamata del Barcellona, ma anche guadagnandosi la nazionale croata. Monchi ci sta lavorando, facendo leva proprio sul fattore affettivo, definendolo come il pezzo perfetto da incastrare in un puzzle già molto pregiato.

Di recente anche Diego Simeone ha chiesto notizie: il suo Atletico Madrid avrebbe bisogno di un centrocampista di esperienza da inserire nelle rotazioni, anche se Rakitic è più una mezzala che un centrale, quindi potrebbe essere più complicato ricollocarlo tatticamente. La Juventus, almeno da quanto si apprende, rimane comunque in prima fila. Non resta che attendere qualche settimana, quindi, per capire come l'ipotetica trattativa possa avere un'evoluzione. E, come sempre, se son rose fioriranno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.