Messi, 438 gol: il Barcellona celebra il sorpasso su Cristiano Ronaldo

Leo supera CR7 nelle reti segnate nei maggiori campionati - 438 in 474 partite contro 437 in 541 – e il club blaugrana twitta: “Ristabilito il naturale ordine dell’universo”.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

A Barcellona non ci vanno mai leggeri quando si tratta di celebrare Lionel Messi, figurarsi poi quando innalzare peana a Leo significa in qualche modo "sminuire" quello che è lo storico rivale del 10 argentino, cioè Cristiano Ronaldo. Chissà da quanto tempo in casa blaugrana tenevano sulla scrivania la pratica della statistica dei gol segnati dai due fuoriclasse e il ditino pronto a far partire il lieto tweet.

Ma andiamo con ordine: sabato, in uno degli anticipi della Liga, i Blaugrana erano impegnati al Camp Nou contro la Real Sociedad. Una partita non proprio banale, sia perché i baschi quest'anno stanno andando decisamente bene - all'andata a San Sebastian avevano fatto penare non poco i catalani - tanto da essere, a questo punto della stagione, in piena lotta per un posto in Champions League, sia perché c'era il risultato del Clasico da esorcizzare.

E infatti anche sabato, in casa, non è stata sicuramente una passeggiata: il pressing asfissiante e gli alti ritmi imposti dai baschi hanno reso a lungo scivoloso il match per gli uomini di Setien. C'è voluto il Var per scovare il braccio galeotto di Normand a 10 minuti dalla fine e assegnare quindi un rigore al Barça che Messi ha trasformato con la consueta freddezza, regalando tre soffertissimi punti ai suoi.

Messi gol
Messi: col gol alla Real Sociedad ha raggiunto un nuovo sorpasso su Cristiano Ronaldo

Messi sorpassa Cristiano Ronaldo

Chissà se Leo sapeva che grazie a quel golletto su rigore aveva raggiunto anche un importante traguardo personale, superando Cristiano Ronaldo nella statistica delle reti realizzate nei massimi campionati europei: 438 contro 437. Non era la prima volta - il testa a testa va avanti da tempo - e inoltre il portoghese doveva ancora completare il turno di Serie A con il match di domenica sera contro l'Inter, ma al Barcellona non si sono tenuti e hanno fatto partire il tweet:

L'ordine naturale dell'universo è stato ristabilito.

La celebrazione del Barcellona

Un po' troppo ridondante, forse, ma in casa blaugrana non hanno voluto sciupare l'occasione, benché come detto il sorpasso fosse già avvenuto nel recente passato, come per esempio alla fine della scorsa stagione quando la Pulce chiuse la Liga a quota 419 e CR7 la Serie A a 416. Visto lo stato di forma che entrambi stanno dimostrando, appare lontano il momento in cui bisognerà mettere un punto fermo alla tenzone. Certo, Messi ha dalla sua, almeno in linea teorica, l'età, visto che per lui i dati dell'anagrafe recitano 24 giugno 1987, mentre per Cristiano 5 febbraio 1985. E anche la media gol è nettamente dalla sua, sia che si considerino soltanto i campionati nazionali, sia che si allarghi il confronto. Ma ecco i dati di campionato, nudi e crudi:

  • Messi: 438 gol in 474 partite, media 1,08
  • Cristiano Ronaldo: 437 gol in 541 partite, media 1,24
Messi
Per Messi il primo gol in Liga è arrivato nella stagione 2004/05

Se, per contro, si considerasse anche la prima stagione di CR7, quella allo Sporting Lisbona, il portoghese sarebbe a 440 reti in 566 partite (quasi 1,29 di media). Allargando lo spettro del confronto, ecco invece i numeri che prendono in esame tutte le competizioni disputate con la propria squadra di club, quindi anche lo Sporting per Cristiano:

  • Messi: 627 gol in 718 partite, media 1,14
  • Cristiano Ronaldo: 626 gol in 835 partite, media 1,33.
Cristiano Ronaldo
Niente gol per Cristiano Ronaldo contro l'Inter

Un testa a testa appassionante e probabilmente irripetibile - con punte che hanno più volte superato da entrambe le parti i 40 gol a campionato, col picco di 50 per Messi nel 2011-12 - a cavallo di tre decenni fra due campioni davvero eccezionali che sono stati e sono tuttora uno sprone straordinario l'uno per l'altro e soprattutto una gioia e una delizia per tutti noi che abbiamo avuto e continuiamo ad avere il privilegio di ammirarli sul campo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.