Gasperini: "Non dobbiamo farci sorprendere, lavoro non è finito"

Prima della partita di ritorno degli ottavi di Champions League a Valencia, il tecnico non vuole distrazioni.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

Per gli ottavi di ritorno di Champions League, l'Atalanta Gian Piero Gasperini scenderà in campo al Mestalla forte del 4-1 dell'andata rifilato al Valencia.

Una buona base di partenza, ma i nerazzurri sono consapevoli che gli avversari si appelleranno ad ogni energia (fisica e mentale) per ribaltare i pronostici della vigilia, come spiegato dall'allenatore dei nerazzurri al sito dell'Uefa:

Certo, un risultato come quello dell'andata aumenta la nostra fiducia. Ma dobbiamo segnare, rimanere concentrati e difendere bene, non voglio sorprese. Il risultato dell'andata? È un fattore psicologico su cui stiamo lavorando, perché sembra che ci sentiamo a nostro agio e pensiamo che il lavoro sia finito quando ancora non lo è. I ragazzi sono stati fantastici all'andata, ma non festeggerò nulla sino alla fine della partita.

Sono 2300 i supporter dell'Atalanta che, pur avendo in tasca da tempo il prenotato biglietto d'ingresso all'impianto sportivo iberico, hanno dovuto amaramente, anche se ragionevolmente, rinunciare alla trasferta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.