Serie A, le pagelle di Milan-Genoa: Sanabria è super, male Theo

Il Milan ritrova una sconfitta interna che mancava da inizio novembre. Passa il Genoa con i gol di Pandev e Cassata, inutile la rete di Ibra nel finale.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Genoa, nel deserto di San Siro, batte il Milan 1-2 e raggiunge il Lecce in classifica dando nuova linfa alle speranze di permanenza in Serie A. Brutto stop, invece, per il Milan che incassa la decima sconfitta in campionato. Gara intensa da subito, i rossoneri provano a sfondare a sinistra con Rebic e con l'insistenza di Theo Hernandez, ma è proprio lo spagnolo a farsi beffare da Sanabria che s'invola, sfrutta una copertura errata di Bennacer e crossa basso per Pandev che deve solo ribadire in rete. Genoa avanti dopo sette minuti e strada in salita per il Milan. Fraseggia bene la squadra di Pioli, con buona fluidità, ma il Grifone si difende con ordine e quando riparte si fa pericoloso: Cassata s'allarga sul centrodestra e calcia trovando però l'esterno della rete. Al 16' prima palla gol per Ibrahimovic, ma Perin d'istinto dice no. Occasione da una parte e occasione dall'altra e Begovic s'arrangia sul destro dalla distanza di Schone. Non s'arrangia Perin che su Calhanoglu è molto reattivo e in uscita mura il destro ravvicinato del turco imbeccato da una magia di Ibra. 

Rossoneri bene nella costruzione della conclusione, nel liberare un elemento al tiro, ma imprecisi poi nella stoccata. Così alla mezzora è bellissima l'azione che porta Theo Hernandez al tiro che, però, è sbilenco. Ma il Genoa è perfetto nell'interpretare la partita secondo la preparazione di Nicola. Clamoroso il lavoro delle due punte e proprio Sanabria fa partire l'azione che si sviluppa sulla destra con Biraschi che mette al centro per Cassata che arriva puntuale e fa 2-0. 

Il gol in chiusura di primo tempo è un colpo che il Milan accusa, l'inizio di ripresa dei rossoneri è difficoltoso ed è ancora il Genoa a mostrare le cose migliori sul campo con lucidità, organizzazione, spirito di squadra. Pioli prova a dare la scossa inserendo Leao e Bonaventura e togliendo Rebic e Calhanoglu. Nei rossoblu fuori Behrami per infortunio, il Milan prova ad alzare un po' i ritmi, a stringere l'assedio per tentare la rimonta e il Genoa un po' accusa perché le linee si abbassano e su azione d'angolo Ibra trova la girata e il gol dell'1-2. La rete dà spinta al Milan che si riversa tutto in avanti, a caccia del pari, ma il Genoa tiene e porta a casa tre punti di platino nella corsa salvezza. Per il Milan, invece, battuta d'arresto pesante e media di un punto a gara nelle ultime quattro. Poco per rincorrere l'Europa. 

Serie A, Pandev ed Hernandez in azione
Serie A, le pagelle di Milan vs Genoa

Serie A, le pagelle di Milan-Genoa

Milan (4-4-1-1): Begovic 5,5; Conti 5,5 (91' Calabria sv), Gabbia 5,5, Romagnoli 5,5, Theo Hernandez 5; Castillejo 5, Kessié 5, Bennacer 5, Rebic 5,5 (56' Leao 6); Calhanoglu 5 (56' Bonaventura 6,5); Ibrahimovic 6. All. Pioli

Genoa (3-5-2): Perin 6; Romero 7, Soumaoro 6,5, Masiello 7; Biraschi 7, Cassata 7,5, Schöne 6,5 (56' Sturaro 6), Behrami 7 (62' Jagiello 6), Criscito 7; Pandev 7 (78' Pinamonti sv), Sanabria 7,5. All. Nicola 7,5

I migliori

Sanabria 7,5

Il paraguaiano, sul palco senza pubblico di San Siro, offre una prova maiuscola, una prestazione totale che trascina il Genoa a un risultato vitale nella corsa salvezza. L'assist per Pandev è da vedere e rivedere ed è lui ad avviare l'azione del raddoppio rossoblu. Tanta qualità nella sua partita, ma anche tanta sostanza. Sanabria sporca l'inizio azione del Milan, ripiega, offre impegno e sacrificio e s'alterna con Pandev nella costruzione offensiva. Protagonista. 

Cassata 7,5

Con Nicola è diventato un titolare inamovibile e nel match di San Siro si capisce il perché: mezzala sinistra che offre tanta sostanza e pure buona qualità. L'ex Sassuolo gioca un primo tempo sublime, esaltato dalla prestazione super di tutto il Genoa e corredato al meglio dal gol del 2-0. Il secondo in Serie A con la maglia del Grifone. Nella ripresa, soprattutto nella seconda parte, la sua è soprattutto una partita di sacrificio, ma c'è sempre.

Behrami 7

Prestazione di clamorosa sostanza dello svizzero che dà equilibrio e ossigeno a un centrocampo che per sessanta minuti domina la scena. Schone e Cassata appaiono di più forse, ma il lavoro di Behrami è tanto oscuro quanto fondamentale per lo scacchiere tattico di Nicola, bravissimo nell'accorciare, nel non far ragionare gli avversari. Esce per un problema muscolare e la differenza, senza l'ex Lazio in campo, è evidente. 

I peggiori

Calhanoglu 5

La sua partita è nell'occasione d'oro che ha sullo 0-0 e che calcia addosso a Perin. Spara a salve, non riesce a entrare in partita, resta ai margini, soffre tremendamente l'intensità del centrocampo del Genoa e si eclissa da subito. Impalpabile, una delle peggiori prestazioni del 10 da quando Pioli siede sulla panchina del Milan. 

Theo Hernandez 5

Sanabria si fa beffe di lui in occasione del gol del vantaggio genoano. Nel primo tempo scende spesso a sinistra, ma è la sua presenza è direttamente proporzionale all'imprecisione con cui gestisce il pallone quando transita dai suoi piedi. Svagato quando c'è da difendere, non è un caso che l'azione del raddoppio ospite arrivi dalla sua parte. Ma non riesce a diventare un fattore in fase offensiva e questa è una notizia. 

Bennacer 5

Copre malissimo su Sanabria e il nove del Genoa può prendersi il fondo e servire a Pandev la palla del vantaggio genoano. Un errore grave, che mette subito in salita la partita del Milan. Prova a risalire la china, si fa vedere, anche perché Pioli lo stimola in continuazione, ma non riesce ad accendere la luce, fa qualche errore di troppo e anche quando arriva alla conclusione non incide. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.