Serie A, Assocalciatori: "Ci aspettiamo la sospensione dei campionati"

L'associazione dei giocatori rilascia un comunicato sulla situazione Coronavirus: "Pessimo segnale dalle istituzioni, è pericoloso giocare". La Lega: "Dal Governo segnali contrastanti".

0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Serie A gioca fra domenica e lunedì ma queste partite potrebbero essere le ultime della stagione in corso: martedì si terrà infatti un consiglio federale straordinario in cui si discuterà la sospensione del campionato.

Ipotesi ampiamente appoggiata dall'Assocalciatori (specialmente dal vertice Damiano Tommasi) che ha rilasciato un comunicato sul sito ufficiale in cui chiede ufficialmente di non giocare più né la Serie A né gli altri campionati.

I campionati devono essere fermati, il segnale da parte delle istituzioni è pessimo perché è pericoloso viaggiare nelle zone rosse e giocare a calcio. Oggi le squadre sono in campo per dovere nei confronti di chi non ha deciso: martedì nel consiglio federale ci aspettiamo la sospensione finché non si potrà tornare a giocare.

Subito dopo è arrivato un comunicato della Lega Serie A:

Sin dall'inizio dell'emergenza la Lega ha rispettato le indicazioni governative anche quando sono state contrastanti, compreso oggi facendo giocare le partite come da decreto emanato dal premier Conte. Il ritardo di Parma-SPAL è dovuto alla richiesta della FIGC di un confronto ma il Consiglio di Lega ha ritenuto di dover rispettare ciò che è stato detto dal Governo: le dichiarazioni governative contribuiscono ad accrescere la confusione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.