Serie A, Gravina: "Non escludiamo la sospensione del campionato"

Il presidente della FIGC: "In caso di positività di un calciatore al Coronavirus, non possiamo prevedere nessuna ipotesi".

0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'Italia continua a dover gestire il problema legato al Coronavirus e il campionato di Serie A ripartirà ufficialmente domani ma con tutte le partite in programma che si disputeranno a porte chiuse come da disposizione governativa.

C'è però da considerare anche l'ipotesi di un possibile contagio di un calciatore di Serie A e oggi è arrivato il commento da parte di Gabriele Gravina a questo scenario che nessuno spera di vedere parlando a Dribbling.

Bisogna essere realisti, il rischio c'è e in caso adotteremo tutti i provvedimenti necessari per tutelare gli atleti. Non possiamo escludere la sospensione del campionato né azzardare altre ipotesi visto che non possiamo prevedere nulla. Le amichevoli della Nazionale contro Germania e Inghilterra? A Norimberga chiedono il rinvio, in Inghilterra spero si possa giocare a porte chiuse. Le partite senza tifosi sono sicuramente monche ma siamo venuti incontro alle esigenze degli italiani.

In ultimo un commento sulla polemica del presidente interista Zhang e sulle parole di Agnelli sull'Atalanta:

Non condivido le parole di Zhang né nella forma né nella sostanza, il ragionamento di Agnelli non è accettabile dalla Federcalcio perché va contro il valore della competizione sportiva.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.