La Juventus punta Zidane: "Pronta la super offerta di Agnelli"

Dall'Inghilterra sono sicuri che i bianconeri faranno la loro mossa per accaparrarsi il tecnico del Real Madrid.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Fuori Sarri, dentro Zidane. È questo, in pillole, lo scenario descritto dal Daily Mail per la prossima estate in casa Juventus. Un cambio in panchina che avrebbe del clamoroso. E che certificherebbe il fallimento del "rinnovamento di mentalità" dipinto in estate: la Juve non vuole solo vincere, ma anche giocare bene. Questo si diceva.

Arrivati a marzo, però, la squadra di Sarri si è rivelata più Allegriana che altro. Qualche sprazzo di buon calcio, tante individualità, CR7 dipendenza. Le cose non sono - ancora - cambiate. L'ex Napoli chiede tempo, la sua non è una filosofia semplice da assimilare. Specie quando si tratta di avere a che fare con grandi campioni come quelli di cui è ricca la Juventus. Ma Agnelli non è convinto, così come l'ambiente. E per questo si starebbe già guardando intorno.

Dall'Inghilterra: "Juventus su Zidane"

Come riporta il tabloid inglese, il patron bianconero avrebbe pronta l'offerta per riportare Zizou a Torino. Quasi 20 anni dopo. Secondo il Daily Mail, infatti, la Juventus vorrebbe approfittare delle spaccature evidenti nel rapporto tra Zidane e Florentino Perez per tentare il tecnico francese con un ingaggio da 7 milioni all'anno di sterline (circa 8 milioni di euro).

L'ex centrocampista, dice anche Mundo Deportivo, non avrebbe gradito il mancato arrivo di Pogba (sia in estate che a gennaio). E sarebbe stanco delle voci su un suo possibile e imminente esonero. In Spagna, da tempo, si fa il nome di Mauricio Pochettino come suo possibile erede a partire dal prossimo anno. Anche perché il suo contratto, in scadenza nel 2022, non presenterebbe alcuna penale in caso di addio anticipato. Ecco quindi che Zidane e la Juventus potrebbero cogliere la palla al balzo e rincotrarsi. Sarebbe un ritorno allo "stile Allegri".

La risposta di Zidane

Le voci si sono fatte subito rumorose, pressanti. Il futuro di Zidane è uno degli argomenti più caldi che orbitano attorno alla Liga. Ecco perché, nella conferenza stampa di viglia del match contro il Real Betis, Zizou ha chiarito la sua posizione:

È ovvio che essere l'allenatore del Real Madrid comporti anche ricevere tante pressioni. Ma il calcio è sempre stata la mia passione, e io vivo con ciò che mi piace fare. Essere in questo grande club è un orgoglio e per questo mi sto godendo ogni momento che passo su questa panchina, anche se sono i giocatori la storia. Sì, mi sono costruito un nome all'interno della società. Però so come funziona. Oggi sono l'allenatore del Real Madrid, ma domani può cambiare tutto.

Poi arriva la domanda specifica: "Sei stato contattato dalla Juventus o dalla nazionale francese?"

Non mi hanno chiamato. Io sto pensando solo al Real Madrid. Non so niente. Si dicono tante cose...

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.