Cristiano Ronaldo al Clasico, decisiva la telefonata a Perez

CR7 ha chiamato il suo ex presidente dopo il rinvio di Juventus-Inter: le merengues si sono attivate in 24 ore per riservargli un box esclusivo.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

È bastata una telefonata nella serata di venerdì per organizzare tutto il piano. Per la prima volta da quando ha lasciato il Real Madrid, Cristiano Ronaldo ha presenziato ad una partita al Santiago Bernabeu e l'ha fatto in un'occasione speciale come il Clasico contro il Barcellona. Un evento planetario che, complice il rinvio di Juventus-Inter per l'emergenza Coronavirus, ha visto il ritorno in Spagna, anche se solo per una sera, di un calciatore che ha dominato lo stadio delle merengues per quasi un decennio.

I blancos hanno vinto per 2-0 e hanno eguagliato un risultato che non ottenevano da 45 anni: non subire gol nelle due sfide di campionato contro i blaugrana. In tanti, riprendendo le dichiarazioni di Vinicius al termine della partita, hanno attribuito un peso particolare alla presenza di CR7, che ha caricato la sua ex squadra negli spogliatoi durante l'intervallo. Il risultato, con i gol nella ripresa proprio del brasiliano e di Mariano Diaz, testimonia l'impatto che il portoghese ha avuto nel match al vertice della Liga anche senza la "camiseta blanca" addosso.

Ma com'è nata questa presenza al Bernabeu per il match tra Real Madrid e Barcellona? Fino a poche ore prima, infatti, Cristiano Ronaldo era certo di dover scendere in campo per la sfida scudetto dell'Allianz Stadium contro l'Inter. Il rinvio gli ha spalancato le porte della Casa Blanca, che l'ha accolto dopo quasi 2 anni di assenza per assistere ad un match dal peso specifico enorme.

Cristiano Ronaldo al Clasico grazie ad una telefonata a Florentino Perez: il Real Madrid gli prepara un box esclusivo
Cristiano Ronaldo al Clasico grazie ad una telefonata a Florentino Perez: il Real Madrid gli prepara un box esclusivo

Cristiano Ronaldo, la chiamata a Perez per il Clasico

Tutto è nato venerdì scorso, poco prima del Clasico. In tempi non sospetti, Perez si era raccomandato con Cristiano Ronaldo di avvisarlo di una sua eventuale presenza al Bernabeu, con la premura, da parte del presidente, di riservargli un invito e tutti i comfort che si devono ad una leggenda del Real Madrid. La telefonata a 24 ore dal match è stata sufficiente per mobilitare tutta l'organizzazione del club, che gli ha riservato un posto strategico ma di primissima classe: inizialmente, la dirigenza madridista aveva pensato al box della tribuna d'onore, per tutelare al meglio il capocannoniere all-time dei blancos.

Trattandosi di un calciatore ancora in attività, peraltro in un club potenzialmente rivale del Real Madrid per la Champions League, è stato scelto un posto più discreto: il Bernabeu vanta diversi box esclusivi per le star dello show business o dello sport che vogliono godersi un match delle merengues. Zone centralissime, ma maggiormente al riparo dai riflettori.

L'obiettivo di CR7, infatti, era quello di passare quanto più inosservato possibile, pur sapendo che sarebbe stata un'impresa ardua. Lo staff del Real Madrid, dunque, ha interamente organizzato la sua giornata: dall'arrivo e la permanenza a Madrid al trasferimento al Bernabeu, fino all'ingresso nel box di sua competenza. I settori circostanti, però, si sono immediatamente accorti della sua presenza e Cristiano Ronaldo ha potuto tastare con mano l'affetto che i suoi ex tifosi ancora provano per lui.

View this post on Instagram

Vinicius Jr Scored The Opener In El Clasico And Then Did Cr7's Celebration At The Bernabéu, Whilst Cristiano Ronaldo Was At The Stands. 😍 Vinicius: Cristiano Ronaldo went down to the dressing room in half and gave us the most support, which is why I celebrated like him ... He is a winning person inside and outside the stadium . #halamadrid #realmadrid . احتفال فينيسيوس بهدفه على طريقة كريستيانو رونالدو♥️ فينيسيوس: كريستيانو رونالدو نزل إلى غرفة الملابس بين الشوطين وقدم لنا الدعم الأكبر، هذا هو السبب في أنني إحتفلتُ مثله... إنه شخص فائز داخل وخارج الملعب #tahito تحت انظاره من مدرجات ♥️ Follow @rmd.losblancos almost hitted 1k♥️

A post shared by Rmd.losblancos{1.2k} (@rmd.losblancos) on

Affetto che, successivamente, hanno dimostrato anche per il malore che ha colpito la madre del portoghese. Il Real Madrid, con Perez in testa, ha mostrato la sua vicinanza al suo ex calciatore in un momento di apprensione, così come tutti i tifosi che lo hanno acclamato dal 2009 al 2018. A dimostrazione del fatto che il trasferimento alla Juventus non ha creato alcuno strappo, anzi ha accentuato ulteriormente l'importanza che un punto di riferimento come Cristiano Ronaldo può avere nei top club europei. Un amore che, come le statistiche, non potrà essere scalfito dal tempo.

CR/
Capocannoniere all-time del Real Madrid: CR7 per sempre nella storia dei blancos

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.