Coronavirus: come cambiano i calendari nel mondo dello sport

Il calcio italiano ha il problema recuperi, in Europa le squadre di Serie A giocheranno a porte chiuse. Situazione monitorata anche in NBA.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il mondo dello sport deve ormai fare i conti con l'allerta legata al Coronavirus. I contagi in crescita in tutto il mondo hanno necessariamente modificato i programmi per tutti quanti gli eventi in programma a breve e rischiano anche di modificare i piani per occasioni speciali estive come gli Europei 2020 e le Olimpiadi di Tokyo.

Intanto la Serie A riparte ufficialmente durante il prossimo fine settimana e per il prossimo mese tutte quante le partite saranno disputate a porte chiuse almeno fino al 3 aprile, senza dimenticare gli impegni che le squadre italiane avranno nelle coppe europee.

Le partite valide per gli ottavi di Europa League e Champions League si disputeranno quindi senza pubblico allo stadio: si tratta di Inter-Getafe (andata il 12 e ritorno il 19 marzo), Juventus-Lione (17 marzo) e Roma-Siviglia (12 e 19 marzo). Stesso discorso per Valencia-Atalanta, il ritorno degli ottavi di finale che si giocherà con un Mestalla vuoto.

Leclerc insieme a Vettel
Anche la Formula 1 si prepara a fronteggiare l'allerta Coronavirus

Coronavirus: come cambiano i calendari del mondo dello sport, da Serie A alla Formula 1

Il vero problema sarà quello dei recuperi delle partite rinviate, col dilemma Inter-Sampdoria (ufficialmente non calendarizzata e che sarà legata al percorso nerazzurro in Europa League) e quello della Coppa Italia. Proprio l'avanzamento della squadra di Conte potrebbe influenzare i recuperi e far scartare l'ipotesi di giocare le semifinali il 13 maggio e la finale il 20, con l'opzione di un torneo ad agosto che è vagliata dai vertici, facendo slittare il trofeo in pratica alla prossima stagione.

Anche il mondo del basket si adegua alle misure contro il Coronavirus, anche se al momento l'NBA non ha preso decisioni in merito. La situazione è attenzionata ma per adesso non ci sono stravolgimenti di calendario. La pallacanestro italiana intanto chiude le porte per le prossime 8 giornate di campionato, con le squadre di Serie A in Eurolega che avranno lo stesso trattamento. Milano giocherà senza pubblico contro Valencia, Olympiacos e Villeurbanne. 

Capitolo Formula 1: al momento il Gran Premio di Australia del 15 marzo è confermato mentre quello di Shangai della metà di aprile era stato rinviato da settimane. Per adesso non ci saranno modifiche come è invece accaduto nella MotoGP la cui partenza con la gara in Qatar e in Thailandia è stata rinviata.

Instabilità anche nel tennis, dove si giocherà a porte chiuse il turno preliminare di Coppa Davis (Italia-Corea del Sud del 6 e 7 marzo compresa) mentre si attendono le decisioni per le classiche del ciclismo e per le finali di Coppa del Mondo di sci in programma a Cortina.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.