Rilancio Simeone, tridente e Pereiro: così Zenga rilancia il Cagliari

Dopo Maran c'è Zenga per il Cagliari: possibile il passaggio al 4-3-3, con Nainggolan in mediana e Pereiro nel tridente. Rilancio in vista per Simeone e Faragò.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

"Quando alleno una squadra mi metto l’elmetto e la difendo". Parola di Walter Zenga alla sua prima conferenza stampa da allenatore del Cagliari: il manifesto dell'ex Uomo Ragno è tutto qui. Le idee oltre gli schemi, la grinta prima dell'atteggiamento tattico, la voglia di conquistare il campo centimetro su centimetro prima degli schemi su una lavagnetta. Nella sua avventura in Sardegna, con una squadra reduce da 11 partite di fila senza vittorie, però, il nuovo allenatore rossoblù dovrà per forza di cose studiare delle innovazioni rispetto alla gestione Maran.

Di certo, Zenga avrà dato un occhio ai numeri: i 32 punti in classifica sono un tesoretto costruito nel girone di andata, come i soli 4 punti conquistati dall'8 dicembre ad oggi testimoniano. Così come la difesa sarda mostra la necessità di immediati correttivi: lo dimostrano i 23 centri incassati nelle ultime 11 partite di Serie A. Quelle che hanno spedito il club dal sogno Europa alla ricerca di punti per blindare la salvezza il prima possibile.

Quella di Cagliari è l'occasione per il ritorno in Serie A, quella categoria salutata a maggio 2018 dopo un orgoglioso girone di ritorno alla guida del Crotone: in 23 partite alla guida del club calabrese Zenga mise insieme 23 punti frutto di 6 vittorie, 5 pareggi e 12 sconfitte. Proprio quel Crotone è un punto di ripartenza per spirito da esibire in campo:

Tattica? Ricordatevi come giocava proprio quel Crotone. Non posso sapere cosa sia successo a questa squadra e non mi permetto di entrarci. Mi piace essere il meglio di me stesso oggi, e lo chiederò anche ai giocatori. Contano i principi di gioco e le motivazioni. Il modulo non è un dogma.

Da Simeone e Pereiro fino al ruolo di Nainggolan: il nuovo Cagliari di Zenga

Guardando a quel Crotone, vien da pensare che il passaggio al 4-3-3 rispetto al 4-3-1-2 che ha contraddistinto sin qui il Cagliari possa essere più di una semplice suggestione. La composizione del reparto difensivo, nonostante le 40 reti al passivo, non dovrebbe però essere oggetto di rivoluzione: tra i pali Cragno appare favorito su Olsen, anche perché patrimonio della società ("Olsen e Cragno? Avere più scelte fa bene" ha detto Zenga in sede di presentazione), mentre in difesa due certezze sono rappresentate da Klavan e Luca Pellegrini. Al centro Ceppitelli potrà tornare a giocarsi una maglia con Pisacane mentre Faragò come terzino destro insidia Cacciatore.

Serie A, Nainggolan potrebbe cambiare ruolo nel nuovo Cagliari di Zenga
Serie A, Radja Nainggolan potrebbe cambiare ruolo nel nuovo Cagliari di Walter Zenga

Potrebbero essere la mediana e l'attacco i reparti più toccati dalla mano dell'ex Uomo Ragno. Radja Nainggolan, 5 reti e 5 assist sin qui in stagione, potrebbe arretrare di qualche passo nel 4-3-3 di partenza. Per il Ninja è pronta una maglia da interno, il che implicherebbe il sacrificio di una pedina. Nandez e Rog sono stati sin qui i titolari da interni di centrocampo, ma l'uruguaiano può giostrare anche davanti alla difesa, con conseguente panchina per Cigarini e Oliva. I passi indietro di Nainggolan agevolerebbero l'impiego di Gaston Pereiro, il colpo di mercato arrivato dal Psv a gennaio e che contro la Roma ha trovato il suo primo gol in Serie A. Con Pereiro e l'inamovibile Joao Pedro - 16 reti e due assist sin qui - scalpita anche Giovanni Simeone. Escluso dai titolari nell'ultimo turno di campionato, il Cholito ha segnato una sola rete in questo 2020 sulle otto complessive e confida nella cura Zenga per ripartire. Come il Cagliari.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.