Mirabelli: "Maldini? Come un medico senza la prima elementare". Arriva la replica

Nel corso di un'intervista, l'ex dirigente rossonero non lesina parole amare per l'attuale situazione vissuta in via Aldo Rossi: nel mirino Maldini e non solo. Immediata la replica del direttore tecnico.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Massimo Mirabelli torna a parlare del Milan. Nel corso di una lunga intervista rilasciata ai microfoni di Tuttomercatoweb, l'ex direttore sportivo rossonero ha analizzato l'attuale momento di squadra e società, soffermandosi anche sul terremoto che sta portando all'addio Zvonimir Boban a seguito delle sue dichiarazioni alquanto critiche sull'operato di Ivan Gazidis, e che porterà verosimilmente Ralf Rangnick a Milanello nella doppia veste di allenatore e dirigente, con compiti parecchio simili a quelli di un ds.

Queste sono cose che non fanno bene. Nel calcio servono pazienza e progettualità, ci sono passato anche io. Avevamo cominciato un lavoro ed eravamo alle fondamenta, è stato deciso di cambiare tutto e mi sembra che questo al Milan avvenga troppo spesso. Così non va, sei sempre all'anno zero. Va bene tutto se vuoi partecipare al campionato, ma se vuoi pensare di poter tornare a quello che era il blasone di un tempo devi programmare dando tempo di lavorare alle persone. Rimpianto? Non ho avuto il tempo necessario. E in quel poco tempo, nonostante delle cose mal riportate, credo che il lavoro sia stato positivo.

Soffermandosi sul fronte Boban, invece, Mirabelli ha speso parole di stima nei suoi confronti, dato il suo coraggio nell'esprimere pubblicamente il suo dissenso nei confronti dell'operato di Gazidis. Più duro - per utilizzare un eufemismo - il giudizio su Paolo Maldini, su cui pesa a dire dell'ex dirigente dell'Inter la poca esperienza nel ruolo.

Boban? Ha dimostrato di avere le palle. La sua intervista mi è piaciuta, non ha avuto paura di niente e di nessuno. Invece, non capisco altri che stanno zitti per difendere il proprio posto. Maldini? Lui è al Milan da due anni, Boban è appena arrivato e bisognava dargli tempo, non conosco nessuno con la bacchetta magica. Maldini aveva detto che in due anni avrebbe riportato il Milan ai fasti di un tempo, e questo non è accaduto. 

La metafora utilizzata per commentare l'esperienza dirigenziale di Maldini è di quelle ruvide, con Mirabelli che ha paragonato la sua situazione a quella di un medico che non ha frequentato la prima elementare. Decisiva, a dire di quest'ultimo, la mancata gavetta dell'ex capitano del Milan, la cui posizione dopo l'addio di Boban resta più che mai in discussione.

Maldini paga il non aver fatto niente dopo che ha smesso di giocare, non è del mestiere. Non si tratta di una critica, ma di un semplice dato di fatto. Ricordiamoci che non è sufficiente esser stato un grande campione, perché per fare il dirigente devi conoscere i giocatori e le dinamiche di questo lavoro. Puoi anche sbagliare, ma a Maldini andrebbe chiesto: "Cosa ha fatto per diventare un dirigente?". È come se un medico divenisse tale senza aver frequentato la prima elementare.

A quest'ultima affermazione è seguita la replica del direttore tecnico rossonero che all'Ansa ha dichiarato: 

A parte il fatto che ogni suo commento negativo su di me lo considero un grande complimento, sentendolo parlare, fossi in lui, eviterei riferimenti a qualsiasi livello di istruzione scolastica

Milan: Boban
Zvonimir Boban, in foto, è ormai ad un passo dall'addio ufficiale al Milan.

Milan: Mirabelli su Ibrahimovic e Donnarumma

Mirabelli che ha anche parlato di Ibrahimovic, definendolo sì un grande campione ma chiarendo come vi sia necessità di pensare anche al futuro. Sul fronte Donnarumma, invece, l'ex rossonero è tornato a parlare del faticoso rinnovo firmato sotto la sua gestione, sottolineando come le necessità siano quelle di trovare un nuovo accordo oppure pensare alla cessione, con un occhio alla Juventus che - aggiungiamo - già in passato ha monitorato con costanza l'estremo difensore.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.