Dalla Francia: "Juventus-Lione può giocarsi nel Sud Italia"

Secondo quanto riportato dall'emittente "RMC Sport", la Uefa starebbe valutando la possibilità di spostare altrove la partita da Torino.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

Secondo quanto riportato dall'emittente "RMC Sport", la Uefa starebbe valutando la possibilità di spostare altrove la partita da Torino, nella cui provincia si sono registrati ad oggi 7 casi positivi. Di conseguenza il ritorno degli ottavi di Champions League tra Juventus e Lione, in programma il 17 marzo, potrebbe non disputarsi all'Allianz Stadium.

Il Sud Italia, dove il Covid-19 è meno diffuso, è giudicata un'alternativa ottimale, un'altra è quella di far giocare la sfida fra bianconeri e transalpini a porte chiuse. Ipotesi che seguono quelle del presidente del Lione, Jean-Michel Aulas, che aveva ventilato l'ipotesi che la gara potesse giocarsi in campo neutro.

Nel caso in cui il match venisse spostato realmente nel Sud Italia, per la Juventus non sarebbe una prima volta: nel 1997 la Vecchia Signora giocò a Palermo il ritorno della Supercoppa Europea contro il Paris Saint-Germain, così come nello stesso stadio vennero giocate le due gare di Coppa Uefa 1999-2000 contro Omonia Nicosia e Olympiacos.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.