Benitez: "Mai detto a Cristiano Ronaldo come battere le punizioni"

Il tecnico torna a parlare del rapporto con CR7 e della questione legata alle punizioni battute dal portoghese: smentito il presunto tutorial sui piazzati.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

Il rapporto tra Cristiano Ronaldo e Rafa Benitez torna a far discutere. A 5 anni di distanza dall'avventura dell'ex tecnico di Inter e Napoli alla guida dei Blancos, e diverso tempo dopo le voci legate ai dissapori con l'asso portoghese, il manager spagnolo torna a parlare nel corso di una intervista a Marca. Tanti, tantissimi i temi interessanti toccati dall'allenatore oggi emigrato in Cina, dove guida il Dalian Yifang. Interessante, ad esempio, il punto riguardante un suo possibile ritorno futuro in Liga.

Avevo ricevuto altre offerte - dall'Inghilterra, ndr - prima di venire in Cina, ma non ci avevano proposto ciò che cercavamo. Spagna? Anche lì, sul tavolo c'erano molti soldi provenienti da campionati che pagano bene, ma da squadre che non erano in grado di competere per vincere. Al Dalian, oltre ad un bel contratto, ho un progetto in cui non mi viene chiesto di vincere, ma di migliorare per lasciarci alle spalle un'eredità.

Uno spunto interessante, dunque, per un Benitez reduce da un triennio al Newcastle cominciato nel 2016 e terminato nell'estate del 2019 per sua consapevole scelta. Nel corso dell'intervista, poi, lo spagnolo è tornato anche sulla sua esperienza a Madrid, parlando di cosa ha funzionato e cosa invece non è andato all'ombra del Santiago Bernabeu.

Sono stato molto tempo senza parlare del Real, pensavo di dover dire qualcosa al riguardo, ma era come se non potessi farlo. Perciò, continuo a non parlare di loro e mi concentro solo sul futuro. Segni del mio Real tra Casemiro e Lucas Vazquez? Siamo stati bravi a prendere Lucas, Casemiro e Kovacic, e due di loro sono ancora lì a giocare a buoni livelli. Non voglio parlare di questo, però: mi hanno fatto lavorare per sei mesi e poi, per chissà quale ragione, non erano più interessati a tutto ciò.

E sul fronte CR7, infine, Benitez ha smentito con fermezza le voci legate alle indicazioni sulle punizioni: l'ex tecnico del Real Madrid, a suo dire, non avrebbe mai detto all'attaccante oggi in forza alla Juventus quale fosse il modo migliore per battere i piazzati.

L'unica discussione che ho avuto con lui riguardo alle punizioni è nata in Australia. Gli avevo detto che avevamo analizzato come le battesse a Manchester. In nessun momento gli ho detto come dovesse calciare le punizioni, ne ho detto a Modric come andava colpito il pallone con l'esterno. 

Cristiano Ronaldo Juventus
Cristiano Ronaldo, in foto, è stato protagonista di diverse polemiche legate al suo rapporto con Rafa Benitez ai tempi del Real Madrid.

Benitez, Cristiano Ronaldo e il Liverpool di oggi

Tolto il dente legato al rapporto con Cristiano Ronaldo, Rafa Benitez ha infine parlato anche delle differenze tra il suo Liverpool e quello attualmente guidato da Jurgen Klopp. Questioni di budget, sostanzialmente, con lo spagnolo che ha chiarito come nel suo ultimo anno vi fosse un budget di 17 milioni di euro. Si provò, dunque, a far compravendita di giocatori, ma senza successo. Un retroscena interessante, dunque, e che tanto dice su come il club del Merseyside abbia ampliato i propri orizzonti attraverso una programmazione oculata e meticolosa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.