NBA: tra Harden e Giannis è lotta, le due stelle non si sopportano

Harden e Giannis stanno lottando da un paio d’anni non solo sul campo, ma anche dietro i microfoni con tante stoccate pepate.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ai nostalgici degli anni 90 NBA staranno brillando gli occhi, perché in questo momento possono godersi una vera rivalità tra due personalità che evidentemente non si sopportano e che negli ultimi giorni post All Star Game non se le sono mandati a dire. Giannis Antetokounmpo e James Harden sono le due stelle in questione con stili di gioco diametralmente opposti e tanti appunti da fare l’uno all’altro.

A me serve qualcuno che voglia passare la palla.

Questa la prima stoccata di Giannis dopo il draft per scegliere i compagni di squadra alla partita delle stelle. Il greco avrebbe scelto Kemba Walker perché più incline al condividere la palla con i propri compagni. Durante un All Star Game questo aspetto non è che debba necessariamente essere considerato e le parole dell’MVP uscente (che ha battuto proprio Harden nella battaglia della scorsa stagione) sono sembrate evidentemente provocatorie nei confronti di una stella che ha sempre diviso tra amanti e detrattori.

Si può dire, di contro, che la diatriba recente sia nata quando Giannis ha vinto il trofeo di MVP rivendicato proprio da Harden, autore anche lui di una stagione incredibile l’anno scorso. Non è mancata la risposta di Harden riguardo alla questione “passaggi”, dicendo che la sua media assists è di gran lunga più alta dei due avversari in questione e che quindi la discussione era da considerarsi chiusa. Finita? Neanche per sogno.

NBA: il punto di Giannis

Giannis nei giorni scorsi ha stigmatizzato:

Non c’è nessuna faida tra di noi, non ho lanciato bordate all’indirizzo di Harden.

In realtà non sembra proprio così, anche se l’inizio delle storie tese tra i due è iniziato circa sei anni fa con Giannis nell’anno da rookie. Harden fece un fallo sul greco che non la prese esattamente con filosofia e andò a dirgli due parole. Se volessimo trovare l’anno zero della loro rivalità è quello, anche se forse non ci saremmo aspettati di trovarli a battagliare (probabilmente per due anni consecutivi) per il titolo di migliore giocatore NBA.

Se poi pensiamo alla pallonata in faccia tirata in passato e al gomito un pochino largo durante la partita di Giannis, è evidente che questa faida in realtà esiste anche se la si voglia tranquillizzare.

Abbiamo deciso di attaccare Harden a ogni possesso per mostrarne le lacune difensive.

Le parole non sono ancora una volta passate inosservate al termine dell’All Star Game e da qui tutto il tam tam mediatico che ne è nato nelle settimane successive.

La risposta di Harden

Ovviamente James Harden non ha incassato senza replicare, come è ovvio che sia:

Vorrei essere io 2.13 m. correre e schiacciare spazzando via gli avversari. Io invece ho dovuto lavorare sul mio gioco e migliorarlo. Preferisco così.

È una lotta che ha molto il sapore degli anni 90, perché oggi c’è un NBA in cui le stelle sono amiche tra di loro, tendono a unirsi piuttosto che vincere da soli in una logica diversa rispetto al passato.

Il gioco di Harden ha sempre portato all’estremo dei concetti e i puristi (cosa vorrà mai dire poi sarebbe bello saperlo) lo vedono come inconcepibile. Non accettano che uno del suo talento palleggi venti secondi in isolamento e segni 35 punti a partita. Le indignazioni sul “non è gioco di squadra” o sul non passare la palla vengono spesso smentite dai numeri e dalle prestazioni del suo team. Ma il preconcetto è molto simile a quello che c’era per Allen Iverson e per altri giocatori. Un po' di pepe nella lotta tra due campionissimi come loro aggiunge un po' di storytelling e interesse a una lega e un’annata che sta già producendo grandi motivi d'interesse. Come sempre meglio godersi lo spettacolo che fare lotte sui massimi sistemi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.