Onana: "Una squadra italiana mi ha scartato perché sono nero"

Il portiere dell'Ajax ha rilasciato questa dichiarazione schock ai microfoni della rivista olandese NRC.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il razzismo. Una piaga tristemente comune all'Italia, specialmente quella del calcio. Mondo costellato di valori, emozioni e tanti difetti. Con il più grave di essi ha dovuto fare i conti anche Andrè Onana. Portiere camerunese scuola Barcellona, di grande talento, da cinque anni all'Ajax. Tra i canali di Amsterdam ha completato la sua maturazione, è diventato grande. Nella scorsa stagione ha trascinato i Lancieri a un minuto dalla finale di Champions. E, tre anni fa, è stato vicino all'approdo in Serie A.

L'ha dichiarato lui stesso a NRC. Rivista olandese che ha contattato Onana e altri 16 tra calciatori, allenatori e dirigenti del mondo del calcio per un report sull'insediamento del razzismo tra le pieghe di questo straordinario sport. Anche Andrè, come gli altri, è stato vittima di discriminazioni. Ma la cosa sorprendente è che siano arrivate di riflesso da una squadra del nostro campionato.

Onana: “Io scartato perché nero”

La sua rivelazione ha oggettivamente dell'incredibile:

Tre anni fa, dopo la sconfitta in finale di Europa League contro il Manchester United, l'Ajax ha intavolato una trattativa per la mia cessione a un club italiano. Non dirò quale, ma le negoziazioni sono andate bene (sia tra le squadre che con gli agenti di Onana, ndr) fino a quando il ds di quella società ha chiamato il mio procuratore dicendogli: “Pensiamo che Onana sia un grande portiere, ma purtroppo non possiamo metterlo sotto contratto. Un portiere nero causerebbe troppi problemi ai nostri tifosi”.

Onana l'ha presa così:

Certo, sentire certe affermazioni fa male. Ma ad essere sinceri ero felice che me lo avessero detto. Non posso cambiare chi sono. Perché dovrei preoccuparmene? Sono nero e africano e ne sono orgoglioso. Se alla gente non piaccio perché sono nero: nessun problema. Non mi interessa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.