Liga, Real Madrid-Barcellona 2-0: Vinicius e Mariano, Zidane primo

Il brasiliano segna al 71' sfruttando la deviazione di Piqué, poi Mariano Diaz appena entrato chiude il match. Real di nuovo in testa, Barcellona sconfitto dopo quattro vittorie consecutive.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Clásico dice Real Madrid. Al Santiago Bernabeu la formazione di Zidane rialza la testa dopo lo stop con il Levante batte 2-0 il Barcellona, compiendo il controsorpasso in testa alla classifica proprio a scapito dei rivali di sempre. La graduatoria della Liga vede infatti ora i blancos a 56 punti e i blaugrana a 55.

Grande protagonista dell'incontro è il classe 2000 Vinicius, alla prima rete in carriera al Barcellona. Il giovane talento brasiliano batte ter Stegen a venti minuti dalla fine approfittando della deviazione di Piqué, che mette fuori causa il suo portiere nel tentativo di bloccare il tiro dell'ex Flamengo. Non segnava in Liga dallo scorso 25 settembre, ha scelto la serata più importante per tornare al gol.

Il raddoppio viene firmato da Mariano Diaz, appena entrato al posto di Benzema. È lui a chiudere la partita, involandosi sulla fascia destra in contropiede e superando ter Stegen in uscita, realizzando il primo centro stagionale.

Liga, l'esultanza di Mariano Diaz
L'esultanza dei calciatori del Real al gol del 2-0

Liga, Real Madrid-Barcellona 2-0: il racconto del match

Formazioni titolari dal valore di mercato complessivo di 1.288 milioni (lo riporta Fichajes: 558 milioni per l'undici del Real, 700 quello del Barça). Zidane con Marcelo e Kroos in campo e Mendy e Modric in panchina; davanti, il tridente è composto da Isco, Benzema e Vinicius. Setien risponde con Jordi Alba terzino sinistro, Arthur al posto di Rakitic e Vidal falso trequartista dietro a Messi e Griezmann. Arbitra Mateu Lahoz, al quinto Clásico in carriera, il secondo in Liga.

Inizio di partita equilibrato, con il Barcellona che punta sul solito possesso palla e il Real Madrid che risponde con le fiammate dei suoi attaccanti. Ritmo altissimo e un po' di nervosismo, con Lahoz che mette mano al taschino per ammonire Vinicius, Carvajal e Alba con l'obiettivo di far abbassare i toni ai ventidue in campo già dai primi minuti. Di occasioni se ne vedono poche: Benzema non sfrutta l'assist di Vinicius e manda alto; stessa sorte per Griezmann, che dopo un bel triangolo tra Messi e Jordi Alba non trova la porta sul suggerimento del terzino.

Il primo tiro in porta è della Pulce, ma il suo tentativo centrale è bloccato facilmente da Courtois. Il portiere belga si supera poco più tardi su Arthur, che costruisce la prima grande occasione del match resistendo alla marcatura di Kroos e presentandosi a tu per tu con l'esterno difensore avversario, con quest'ultimo bravissimo a chiudergli lo specchio al momento della conclusione. Meglio il Barça nel finale di tempo, ed è ancora Courtois a rispondere presente su un altro tiro di Messi, più potente di quello precedente ma comunque centrale.

Liga, Messi attaccato da Sergio Ramos e Marcelo
Messi braccato da Sergio Ramos e Marcelo: Zidane ha scelto di raddoppiare la marcatura sulla Pulce per limitare il suo talento

Secondo tempo

Nessun cambio all'intervallo, con le squadre che tornano sul rettangolo verde mentre le telecamere indugiano su Cristiano Ronaldo, spettatore d'eccezione al Bernabeu. E proprio davanti a CR7 l'ex compagno Isco sfiora il gol con un destro a giro imparabile per molti ma non per ter Stegen, che devia il pallone in angolo con la mano di richiamo. Ancora il numero ventidue protagonista all'ora di gioco, stavolta con un colpo di testa respinto da Piqué sulla linea.

È il momento del Real: Benzema al volo sfiora la traversa al 62'. Setien toglie Vidal e inserisce Braithwaite che impensierisce subito Courtois, ma subito dopo lo stesso ex Leganes si perde Vinicius sul filtrante di Kroos: destro del brasiliano e deviazione di Piqué che non lascia scampo a ter Stegen, fulminato sul suo palo dal tocco del difensore.

Liga, l'esultanza del Real Madrid dopo il gol di Vinicius
Vinicius viene sommerso dai compagni dopo l'1-0

Il Barça risponde con Messi, fermato al momento del tiro da un grande intervento in scivolata di Marcelo, e con Piqué che di testa non trova lo specchio. Dall'altra parte Vinicius impegna ter Stegen ma l'arbitro interrompe l'azione per fuorigioco. Setien inserisce Fati e Rakitic ma il cambio lo indovina Zidane, che mette Mariano Diaz. E proprio l'ex Lione, al primo pallone toccato, brucia in velocità Umtiti e batte il portiere in uscita. 2-0, vince il Real.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.