Atalanta, Gasperini: "Arrivare quarti sarebbe il nostro scudetto"

Il tecnico dei bergamaschi ha commentato così il 2-7 rifilato al Lecce nel pomeriggio.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Due a sette. Non c'è bisogno di aggiungere altro per descrivere la vittoria dell'Atalanta sul Lecce. Una boccata d'aria fresca in mezzo all'odore stagnante che si respira in Serie A da due giornate a questa parte, causa coronavirus. Eppure i nerazzurri erano riusciti a farsi rimontare due gol dalla squadra di Liverani, che poi si è sciolta definitivamente nella ripresa per un parziale di 0-5 che fa male. Il tecnico dell'Atalanta, Gian Piero Gasperini, ha commentato la prestazione super dei suoi ai microfoni di Sky Sport:

Aver fatto 70 gol in campionato è l'aspetto che ci inorgoglisce di più. A discapito del risultato, a un certo punto della partita le cose non si erano fatte semplici. Il Lecce era in un ottimo momento e prestazioni di questo tipo ci danno forza. In campionato abbiamo un vantaggio e vogliamo allungare. Sappiamo che già solo ripetendo il nostro girone d'andata avremmo la Champions in mano.

L'Atalanta ha segnato 20 gol più della Juventus, cosa manca per lo scudetto?:

Forse noi perdiamo qualche partita di troppo. Per giocare per lo scudetto bisogna fare 85-90 punti. Io cerco di portare la squadra ogni anno un po' più in su. Siamo passati dai 72 punti del primo anno, al quarto e al terzo posto. Ma per il titolo ci servirebbe altro. Juve, Inter, Lazio e se volete anche il Napoli hanno sia la continuità che il fattore campo superiori a noi.

Gasperini ha parlato anche in conferenza stampa:

Noi vorremmo arrivare in Champions, anche se a inizio stagione non ci pensavamo. Viste le difficoltà di Napoli e Milan, ne abbiamo approfittato: arrivare quarti per noi sarebbe come vincere uno scudetto. Per vincere il titolo servirebbe anche cambiare filosofia di mercato (ride, ndr).

Infine, un giudizio sul Lecce e i suoi tifosi:

Fare 6-7 gol non è mancanza di rispetto, apprezzo molto gli applausi dello stadio. Ci tengo a sottolineare questa cosa, perché spesso il mondo del calcio è avvelenato. Non succede tutti i giorni. Il Lecce? L'ho seguito, ha una sua identità e credo che sia una buona formazione. Ha sicuramente le capacità per potersi salvare. La battaglia è dura, ma al momento riguarda più squadre e questo è un vantaggio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.